Amore per i bambini e per la scienza: Nutripedia – Informati per crescere” è il percorso di informazione ed educazione alla corretta nutrizione i primi anni di vita

Sponsorizzato

Mai come in questo periodo storico il Web ha giocato e gioca un ruolo fondamentale in termini di ricerca di informazioni e di condivisione di esperienze, permettendo come nessun mezzo di comunicazione prima di abbattere barriere spazio temporali.

In pochi secondi rende possibile reperire informazioni dall’altro capo del Pianeta e questa senza dubbio è una enorme possibilità, che come ogni opportunità però, va saputa comprendere, analizzare e cogliere nel modo più corretto.

Se è vero che informarsi ora è più semplice che mai, è altrettanto vero che non è semplice districarsi tra la miriade di siti web e di informazioni che spesso appaiono vere, ma sono soltanto “verosimili”. In gergo si chiamano “fake news“, (locuzione inglese nata nel XXI secolo) o “bufale“, per dirle all’italiana, vere e proprie notizie o informazioni presentate come reali e verificate ma che invece presentano molte insidie, perché di vero hanno poco o solo una parte.

Quando noi di Periodo Fertile siamo stati coinvolti nel progetto Nutripedia – InformaTi per crescere, ci è parsa una grande occasione per contribuire a dare risonanza a un messaggio che riteniamo fondamentale, ovvero quello della corretta informazione. Sappiamo da tanti anni che le mamme e le famiglie hanno sempre più necessità di ottenere informazioni corrette per la salute dei propri figli e quando ci è stato presentato un progetto così importante sulla nutrizione non potevamo che accoglierlo con entusiasmo.

L’alimentazione è un fattore cruciale per il benessere del bambino: educare fin da subito a uno stile di vita corretto, che sappia abbinare in modo armonico una dieta sana all’attività fisica è di enorme importanza. Responsabilizzare i genitori e tutti coloro che si prendono cura dei più piccoli è fondamentale per la salute delle generazioni future: “Fake news” e disinformazione sono sempre insidiose, quando poi riguardano la salute possono creare problemi anche seri e questo va evitato in ogni modo. Non possiamo permetterci informazioni fuorvianti o per “sentito dire”.

A pareri scientificamente infondati e falsi Nutripedia contrappone –con il supporto di Fondazione Istituto Danone e grazie al lavoro degli esperti di RIMMI (la Rete Interaziendale Milano Materno Infantile) – indicazioni chiare e rigorose, un sito web e un movimento fondati sull’amore. L’amore per i bambini, per la scienza e per la corretta nutrizione.

Nutripedia: dove siamo arrivati oggi

Con Nutripedia di strada ne abbiamo fatta tanta e come ogni viaggio che si rispetti ogni tanto è importante anche fare una sosta per ripensare a tutte le tappe principali.

Abbiamo toccato temi che ci stanno a cuore da sempre e abbiamo avuto l’opportunità di sviscerarli con i pareri degli esperti che hanno saputo fornirci le indicazioni più adatte.

Abbiamo smascherato tantissimi falsi miti, spesso tramandati da generazioni e che ci fanno ancora sorridere: chi non ha mai sentito dire che “la birra fa latte” o che “crescendo si allunga”? O quante volte ci è sembrato “normale” che in gravidanza sia lecito “mangiare per due”?

Questi sono solo brevi spunti e punti di partenza dai quali il team di esperti Nutripedia ha preso le mosse per sfatarli in primo luogo e per contrapporre poi informazioni finalmente corrette e verificate.

Abbiamo affrontato un tema che è in cima alla lista delle preoccupazioni dei genitori ovvero lo svezzamento, la fase di passaggio da un’alimentazione di solo latte al cibo solido.

E anche su questo tema abbiamo avuto molto da scoprire. Ad esempio che non esiste un momento preciso e uguale per tutti i lattanti, in cui iniziare l’alimentazione complementare: il timing corretto per l’introduzione dei primi cibi diversi dal latte dipende da numerose variabili individuali, tra cui, soprattutto, le esigenze nutrizionali, la crescita, lo sviluppo neurofisiologico e anatomo-funzionale e il contesto socioculturale. La scelta, quindi, del momento in cui iniziare l’alimentazione complementare dipende non solo dalle diverse esigenze nutrizionali del lattante ma anche dalla sua “maturità neurologica” e dal suo interesse verso alimenti differenti dal latte. Importante è rispettare sempre i tempi del bambino, senza avere fretta di anticipare le sue naturali tappe di crescita.

Ultimo ma non di importanza, Nutripedia ha aggiunto al suo sito Web uno strumento interattivo e di grande utilità per dare supporto ai genitori in tempo reale, quando sono alle prese con i dubbi quotidiani.

Si tratta del Chatbot, l’APP scaricabile gratuitamente app store Apple e Android, che non sostituendo il parere di ginecologo e pediatra, può essere di supporto nei primi 1000 giorni di vita del bambino.
Il chatbot consente ai genitori di fare domande su temi inerenti alla nutrizione in età fertile, in gravidanza, allattamento e durante i primi anni di vita del piccolo.

Sicuramente la strada intrapresa per smascherare le “Fake-news” sostituendole con notizie verificate e puntuali è ancora lunga, ma la direzione è sicuramente quella giusta e Nutripedia ha saputo innescare un movimento “virtuoso” che coinvolge gli esperti e le famiglie in un dialogo e confronto constanti.

L’amore per i bambini, per la scienza e per la corretta nutrizione è ciò che muove Nutripedia: un progetto ambizioso e generoso a cui siamo orgogliosi di prendere parte.

Nutripedia si è dimostrato uno strumento utile per le famiglie e come tale è stato riconosciuto anche dai pediatri. Proprio in questi giorni si è svolta la X edizione del congresso “La Pediatria nella Pratica Clinica” e in questo contesto, un ampio spazio è stato dedicato proprio a Nutripedia: è un grande orgoglio essere parte di un progetto che è arrivato ad avere un tale riconoscimento!