Taglio cesareo: cosa mi aspetta subito dopo

Sia che tu abbia ​avuto un​ ​​taglio cesareo pianificato o inaspettato​ ​perchè fatto in urgenza​, il recupero immediatamente successivo può rappresentare​ ​una nuova grossa sfida. Questo articolo può prepararvi alle tante cose che vi aspettano e quindi aiutarvi ad alleviare lo stress​.​

Il parto cesareo è un vero e proprio intervento chirurgico addominale, molto frequente in Italia.  Nonostate ciò c’è una mancanza di informazioni su quello che ci si trova ad affrontare dopo,  sul recupero fisico e psicologico della donna.

​Se devi fare un cesareo programmato, ti suggeriamo di preparare una valigia del parto leggermente diversa da quella di una mamma che affronta un parto spontaneo: ​

  • Preparate dei capi di abbigliamento​ morbidi a livello addominale​, non ​portate nulla di restrittivo che potrebbe ​darvi fastidio​ nella zona della ferita. Pantaloni, felpe e ​maglie che usavate durante la maternità sono tutte buone opzioni​ perchè morbide a livello addominale
  • Snack ricchi di fibre. ​La​ stitichezza ​dopo un taglio cesareo ​non è rara. Avere alcuni alimenti con tante fibre a portata di mano da mangiare durante ​la vostra degenza​ può aiutare a normalizzare l’intestino. Prepara alcuni snack facili da sgranocchiare tra un pasto e l’altro. Mele, arance, pere, bacche, noci e frutta secca sono tutte buone opzioni. Ricordati di bere più acqua che puoi!
  • Scarpe ​con suole in gomma, da evuitare le ciabatte. Potreste avere dei problemi di equilibrio post-chirurgico​ quindi assicurati che le tue scarpe abbiano una buona presa.
  • ​Portate con voi la fascia per portare il vostro bambino. Questa può essere indossata anche da sola proprio per creare sostegno e avere quella sensazione di contenimento che dopo una operazione è piacevole.

La degenza in ospedale dopo un parto cesareo

​La permanenza in ospedale, dopo un parto cesareo, cambia da ospedale a ospedale ma di solito si tratta di un ricovero di 3-4 giorni. Le raccomandazioni per alzarsi e camminare variano in base al tipo di anestesia che è stata fatta e al modo in cui il tuo corpo ha risposto.  Di solito dopo 6 ore dal parto le ostetriche del reparto ti aiuteranno a fare i primi passi.

In dolce attesa? Ogni giorno è un giorno speciale con noi!
Iscriviti a PeriodoFertile per ricevere i nostri consigli personalizzati per la tua gravidanza ma anche le ultime novità e offerte per chi è in dolce attesa. Proseguendo accetti i termini di utilizzo e il trattamento dati.
  
La moda premaman scelta per te!

Se l’intervento è stato fatto di notte in urgenza, non si guarda così attentamente l’orologio e si aspetta tranquillamente il mattino per fare due passi. Camminare, anche se il solo pensiero vi fa spavento, è importante perchè fa riprendere la circolazione agli arti inferiore, favorisce la digestione e quindi la ripresa dell’attività intestinale.

Nelle prime ore dopo il taglio cesareo, vi sentirete domandarvi spesso se avete fatto aria e questo potrebbe imbarazzarvi ma è importante sapere come funziona il tratto gastrointestinale per assicurarsi che non vi siano complicazioni.

L’anestesia, la chirurgia, gli antidolorifici narcotici e la ridotta mobilità possono tutti contribuire alla stitichezza, quindi è importante bere, mangiare cibi ricchi di fibre e ​muoversi un pochino. Se ne sentite il bisogno potete chiedere anche una supposta per ammorbidire le feci.
​Le ostetriche di reparto, oltre alla domanda sull’attività intestinale, vi controlleranno, mettendo una mano sul vostro addome, per verificare le dimensioni​ dell’utero, la sua consistenza e le perdite ematiche. Come dopo un parto spontaneo, anche dopo un cesareo, l’utero lavora contraendosi per espellere sangue e tessuto rimasto all’interno e per tornare alle sue dimensioni pre-gravidanza. Il sanguinamento vaginale (lochiazioni) dura circa 4-6 settimane​.

La ferita del taglio cesareo

Dopo l’intervento chirurgico, l’incisione sarà coperta con una benda ​o cerotto​​ ​che di solito non vengono rimossi a fino al giorno successivo​ ​o addirittura fino al momento della dimissione​.

L’incisione verrà chiusa con punti di sutura (solubili o non dissolu​bili), punti metallici, strisce di steri. Graffette e alcuni tipi di punti di sutura dovranno essere rimossi dal medico alcuni giorni dopo la dimissione.​ ​Mentre per gli altri tipi di punti non c’è bisogno che questi vengano rimossi.​​ ​Non preoccupartim tutto verrà spiegato dalle ostetriche del reparto durante la tua degenza. ​

ferita taglio cesareo

Non spaventarti alla vista della sutura perchè questa, una volta guarita del tutto si restringe notevolmente e si appiattisce.  È normale, anche se fastidioso,  avere prurito​ ​tutto intorno​​ ​e sentire un punto che tira​​ d​a una sola parte della sutura.  È importante, che tu racconti tutte le tue sensazioni alle ostetriche e medici del reparto così da farti sentire meglio e più serena!

Eprimi le tue esigenze

É importante, soprattutto i primi giorni, che intorno a te e al tuo bambino, ci sia un clima sereno. Questo vale anche per i visitatori e la tua famiglia. ​​​Se non conoscono i tuoi desideri​ ​e le tue esigenze​, non possono seguirli.
Anche se ben intenzionati ed entusiasti per te, i visitatori e la famiglia spesso finiscono col mettere più a dura prova la mamma che fornire supporto. Se gli amici vogliono venire a vedere il nuovo bambino fagli guadagnare la visita! Fagli tenere il bambino mentre fai una doccia o un pisolino. Oppure piegare un cesto di biancheria mentre tu coccoli il tuo bambino​. ​Fatti portare il pranzo da mettere nel freezer per quando ne hai bisogno.

Hai un bambino più grande?​ Chiedi agli amici di portarlo al parco per un’ora​.​​ ​Se il pensiero di una casa piena di gente ti riempie di terrore, c​hiedi al tuo partner o a un familiare o amico di sostegno di diffondere la notizia che non sei ancora pronta​​ ​per i visitatori​.​ Sei importante tu ora!​​

Ricorda che una volta tornata a casa, il tuo recupero continua e quindi​ accetta ​le ​offerte​ ​di ​aiuto!

L’allattamento dopo un taglio cesareo

​I primi giorni,oltre a recuperare, ad innamorarti del tuo bambino e a conoscerlo, ​il tuo seno anche ha un gran bel da fare perchè​​ ​produce un liquido giallo ricco di nutrienti e ricco di anticorpi chiamato colostro. Il colostro è il primo alimento perfetto della natura per il bambino e fornisce tutta la nutrizione, l’immunità e le vitamine di cui il tuo bambino ha bisogno.
Il colostro di solito passa al latte materno maturo entro 2-6 giorni dalla nascita. Sicuramente vi avranno detto o avrete sentito dire che la montata lattea, quando si fa un taglio cesareo, arriva più tardi. Ed è vero e questo succede a ​causa dell’uso di liquidi (flebo)​ ​e di farmaci​.​
​Ma non fatevi spaventare da questo perchè a tutto c’è soluzione!!! Basta fare tanto pelle pelle con il vostro bambino e stimolare il seno entro le due ore dal parto grazie alla sua suzione o alla stimolazione manuale.

Alcune donne non hanno ulteriori difficoltà nell’allattamento al seno dopo un parto cesareo, ma alcune​ trovano difficile il posizionamento mentre la loro area di incisione è​ ​dolorante​. Utilizza​ ​il cuscino per l’allattamento per proteggere la zona e aiutarvi nel posizionamento del bambino.

Il tempo per guarire dal taglio cesareo

Il modo migliore per incoraggiare una pronta guarigione  dopo un taglio cesareo è consentire al tuo corpo il tempo necessario per guarire.

​Fai le cose quando ti senti di farle. ​Cerca di avere tutto a portata di mano quando sei a letto, così da non alzarti ogni volta. Ricordati, nei primi giorni, ogni volta che devi alzarti, di passare prima dalla posizione sdraiata rotolando sul fianco e poi con l’aiuto delle mani sollevarvi per evitare di affaticare i muscoli addominali. Invece di stare del tutto sdraiata prova a mettere dei cuscini dietro la schiena così da dormire o riposare in posizione reclinata. Prova a dormire oppure con un cuscino tra le ginocchia e le caviglie per alleviare la pressione.
Tutte le donne sono diverse, non esiste una giusta tempistica per il recupero e non ci sono delle regole da rispettare.

Ascolta il tuo corpo, riprendi lentamente la tua routine e rilassanti godendoti la maternità.

Lascia un commento

1 Commento

  • Bell’articolo, molto interessante! grazie ☺️☺️

    Sono una pancina a 24 settimane e 1 giorni in attesa di (segreto!) che arriverà il 13/10/2018.
    Sono mamma di Carola (1 anni e 9 mesi circa)