Racconti di parto: Pony79 (Mavi) e la nascita di Adele

Il mio amore ed io abbiamo deciso di cercare un bambino a Maggio 2011 e quando il 17 luglio 2011 ho fatto il test nn potevo credere che ce l’avevamo ‘”gia’” fatta! Le cicognine di PF sono state meravigliose con me da subito e poi ho trovato un gruppo stupendo su Mamme di Marzo 2012. La gravidanza e’ stata stupenda, niente problemi e tanta tanta serenita’…ad ottobre ci hanno detto che era una principessa ed eravamo felicissimi! Dalla 30ema settimana pero’ Adele si presentava sempre seduta a tutte le ecografie…monella! Così abbiamo dovuto programmare un cesareo a 38+5.

 La cosa positivissima del cesareo e’ la rapidita’…quando e’ programmato poi, come nel mio caso, e’ pure meglio.

Noi siamo arrivati tranquillissimi il venerdì  16 marzo alle 7 del mattino, abbiamo messo le canzoni che amiamo duranti il tragitto verso la clinica…abbiamo scherzato con le ostetriche…ho fatto piu’ di qualche smorfia per il catetere e poi in men che non si dica ero su una sedia a rotelle che mi portava in sala operatoria.Erano le 9.

L’intervento e’ stato molto intenso per me…Sicuramente meno ‘romantico’ di un parto naturale…Ma ho sentito perfettamente quando hanno staccato Adele da me….ho sentito davvero una parte di me che mi veniva tolta.

L’anestesia ha fatto effetto in 30 sec e li il mio gine e l’anestesista hanno cominciato a chiaccherare tranquilli e ogni tanto mi spiegavano cosa stava succedendo…nel momento clou ho rischiato di svenire…mi sentivo mancare ed erano pronti con l’ossigeno…poi il gine mi dice che e’ uscita, che aveva due giri di cordone intorno al collo (motivo della posizione) e poi LEI ha pianto…me l’hanno fatta vedere per 2 secondi perche’ mi dovevano ricucire.Erano le 9:20 quando Adele e’ nata.

Era tutta bianca causa lanugo e anche un po incavolata secondo me… 🙂

Dopo una decina di minuti e’ entrato il pediatra che mi ha detto che Adele stava benissimo, piangeva e pesava 2,820kg …io in tutta risposta, mentre mi stavano ricucendo,ho chiesto ‘E mio marito???’ e li tutti a ridere in sala operatoria. ‘Ma come signora…sua figlia e’ appena nata e lei chiede di suo marito??’ e il pediatra ‘Suo marito pure sta bene…piange pure lui e pesa 75 kg…!’ahahhahahahahah…ancora stanno ridendo.

Il ricamino sulla pancia l’ho sentito pure anche se ormai l’anestesia mi aveva messa in uno stato di quasi beatitudine…Mi hanno spostata di peso su una barella e portata nella stanzina di osservazione…molto carina e intima  dove dopo altri 10 minuti e’ arrivato mio marito con Adele dentro un carrellino…L’ho presa subito tra le mie braccia, sul mio petto e poi lei si e’ attaccata subitissimo e io sono rimasta senza fiato.Era lei.Quella parte di me che mi avevano staccato.Il mio amore.

Un’esperienza molto intensa che ancora amo ricordare in ogni dettaglio….purtroppo il dolore dei giorni seguenti mi ha fatta soffrire molto e sentirmi un po inadeguata…mi sono dovuta sforzare tantissimo per riuscire ad allattarla e mio marito mi aiutava tanto spostandomela sul petto perche’ non mi potevo alzare. A quasi 7 mesi di distanza, ancora allatto la mia piccola peste e lei cresce sorridente e serena…mentre il papa’ e la mamma hanno riaperto la caccia alla cicogna nella speranza di rivivere presto tutto queste emozioni uniche :-))

Vuoi pubblicare il tuo racconto parto? Invialo a elena@periodofertile.it, verrà pubblicato prima possibile. Grazie

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!