Prepararsi per una nascita vaginale dopo un parto cesareo

La scelta di avere un parto vaginale dopo cesareo è una decisione difficile da prendere. Molte donne potrebbero desiderare un VBAC, ma si trovano in disaccordo con familiari, partner, ginecologo, amici e persino la società nel suo insieme. C’è tanta disinformazione e paura.
In questo articolo desideriamo fornirvi alcune informazioni nonché suggerimenti per aumentare le possibilità di raggiungere il vostro VBAC.

Trovare un supporto

La prima cosa che suggeriamo a chiunque consideri un VBAC è trovare supporto. Ne avrete bisogno. Ci saranno molte persone che vi diranno quanto sia più semplice e sbrigativo affrontare un nuovo intervento. Dovrete pertantocircondarti di persone che sostengono la vostra decisione di VBAC.

Sicuramente può aiutarvi ascoltare le esperienze di altre donne che hanno avuto esperienze simili alla vostra.

Cercate un ginecologo e un ospedale che sostenga la nascita VBAC.

Questo fa la differenza.

Source: http://willamettebirth.com/

Informatevi, fate delle ricerche, chiedete alle altre mamme, alle ostetriche, ad una doula e loro saranno in grado di indirizzarvi presso quel ginecologo e quell’ospedale dove i tassi di taglio cesareo sono bassi, dove la nascita vaginale dopo cesareo è assistita.

Desiderare tanto una nascita e poi affidarsi a chi non ci supporta è altamente dannoso.

Una volta che avete un’idea di alcune possibilità dove partorire e da chi farvi seguire, chiamate e fissate un appuntamento per porre le vostre domande.

Non vergognatevi nel far loro delle domande e sentitevi competente nel farlo.

Voi li pagherete per il loro tempo e competenza:  state affidando la cura di vostro figlio e di voi stesse alle loro mani. Avete il diritto di fare alcune domande. Se vi sentite più tranquille, portate la vostra ostetrica o la vostra doula con voi.

Ecco una serie di domande che potete stampare e portare con voi

  • Cosa ne pensa del VBAC?
  • Che opinione avete avete sull’indurre un Vbac e in quante settimane? O viene programmato un cesareo a settimane predeterminate?
  • Che monitoraggio fetale fate sui Vbac? Avete un cardiotocografo con sonde wireless?

Libro che consigliamo

Il Parto Cesareo, Solo se indispensabile, sempre con rispetto di Enrique Lebrero Martinez, Ibone Olza

il parto cesareo

Perchè scegliere l’accompagnamento di una ostetrica?

Scegliete un’ostetrica che vi accompagni in questo percorso anche se siete seguite da un ginecologo.

  • L’ostetrica è una persona che è formata ad assistere le donne durante il parto e che può fornire supporto alla famiglia prima e dopo la nascita del bambino.
  • L’ostetrica fornisce costante consulenza e informazione medica. Gli studi hanno dimostrato che la cosa più importante per le donne durante la gravidanza è il continuo sostegno da parte di qualcuno.
  • L’ostetrica vi segue anche se state facendo un percorso con il ginecologo
  • L’ostetrica fornisce supporto emotivo
  • L’ostetrica utilizza misure di comfort per aiutare la madre: respirazione, rilassamento, movimento durante i 9 mesi
  • L’ostetrica da informazioni e risponde ai vostri dubbi
  • L’ostetrica rassicura e conforta continuamente la madre
  • L’ostetrica aiuta una madre a essere informata sulle varie scelte di nascita
  • L’ostetrica sostiene la madre e aiuta a facilitare la comunicazione tra la madre e il fornitore di cure per assicurare che ci sia sempre un consenso informato.

Informatevi

Ricerca, ricerca, ricerca. Leggete tutto ciò che c’è sul VBAC. Parlate con altre mamme VBAC. Questa è la vostra nascita e voi ne siete responsabili.

Leggete quali sono le statistiche per la rottura uterina a seguito di un parto spontaneo che è la risposta più classica che vi daranno per farvi cambiare idea.

Il rischio di rottura uterina dopo un taglio cesareo è di circa 0,5% – 1% a seconda dei fattori.

Le madri sono a rischio di complicanze ugualmente gravi come il distacco della placenta, il prolasso del cordone ombelicale e distocia di spalla. Questo per dirvi che avere un VBAC è una scelta sicura e appropriata per la maggior parte delle donne.

Ripensate al parto cesareo e considerate la ragione per cui l’avete avuto.

Siete stata indotte?

L’induzione può quasi raddoppiare le probabilità di avere un parto cesareo.

A volte un’induzione è assolutamente necessaria, quindi informatevi sulle diverse opzioni in caso di necessità, non tutte le induzioni vengono create allo stesso modo.

Erano questi i motivi per cui avete avuto un cesareo?

La nascita vaginale dopo un taglio cesareo non è giusta per tutte le mamme, ma nemmeno un parto cesareo ricorrente.

Le donne meritano il diritto di prendere le proprie decisioni su come partorire.

Se decideteche il VBAC è giusto per voi, circondatevi di un sistema di supporto che vi incoraggerà. Trovate un professionista che vi dia supporto.

Cercate un’ostetrica per sostenere voi e il vostro partner durante la gravidanza e la nascita. Circa il 75% delle donne che tentano un VBAC ci riescono.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!