Test del bicarbonato di sodio per scoprire il sesso del bambino

Esistono ancora vecchie tradizioni e credenze per poter risalire con il  “fai-da-te” al sesso del bambino che si porta in grembo. Tra questi troviamo anche il test del bicarbonato un metodo facile ed economico, ma funziona davvero?

Scopriamolo insieme.

Al giorno d’oggi esistono diverse possibilità per conoscere precocemente e in modo scientifico, il sesso del bambino. Tramite le ecografie a partire dalla 14° settimane di gravidanza (con la Nub Theory) o tramite indagini genetiche più o meno invasive. Dall’analisi del Dna fetale all’amniocentesi o alla villocentesi

In che cosa consiste il test del bicarbonato per scoprire il sesso del bambino?

Il test del bicarbonato di sodio è un metodo casalingo che prevede di far reagire l’urina di una donna incinta con il bicarbonato di sodio e osservarne l’esito.

Una volta aggiunto il bicarbonato alla pipì, a seconda se questa farà le bollicine oppure no,  il test vorrebbe indovinare se sarà maschio o femmina.

La teoria alla base del test è che l’acidità, o il pH, dell’urina di una donna incinta, cambia in base al sesso del nascituro. Il bicarbonato di sodio reagendo con alcuni acidi presenti nell’urina  determina le bollicine.

Tuttavia, non ci sono prove sceintifiche che il sesso di un nascituro abbia qualche effetto sul pH dell’urina di una donna. Inoltre, molti altri fattori noti possono rendere l’urina di una donna più o meno acida.

In poche parole è anche questo un semplice giochino. 

test del bicarbonato

Come fare il test del bicarbonato di sodio

Se volete (per gioco) provare a fare questo test dovete raccogliere la prima pipì del mattino in un contenitore pulito (ad esempio un bicchiere di plastica) avendo cura di lavarvi prima per bene le mani.

Si usa la prima urina del mattino perchè di solito è più concentrata di quella che si produce durante la giornata.

Il passo successivo è aggiungere una quantità uguale di bicarbonato di sodio alla pipì nel contenitore, e vedere se l’urina comincia a fare le bollicine o rimane la stessa.

Come interpretare i risultati

Una volta aggiunto il bicarbonato, l’urina rimarrà come prima o inizierà a “friggere”.

Se l’urina fa le bollicine, secondo la credenza legata a questo test, la donna è in attesa di un maschietto. Se l’urina rimane la stessa di prima,  si racconta che la donna è in attesa di un femmina.

tst del bicarbonato maschio o femmina

I risultati sono accurati?

No!

I risultati del test del bicarbonato di sodio hanno la stessa attendibilità di un lancio di monetine per il testa o croce.

Ci sono infatti tanti altri fattori che  possono influenzare il pH dell’urina di una donna, tra cui:

  • quello che mangia
  • il grado di idratazione
  • presenza di infezioni nel tratto urinario
  • presenza di calcoli renali

Dato che esistono  tante variabili che influenzano il livello di pH delle urine, una donna può ottenere risultati diversi se esegue il test del bicarbonato in giorni diversi. O se esegue il test  più volte nello stesso giorno.

Meglio affidarsi a metodi attendibili!

Per chi desidera scoprire il sesso del bambino prima che nasca, ci sono molti metodi sicuramente più attendibili.

Esistono metodi accurati per determinare il sesso che sono

  • ecografie:  la certezza definitiva in genere si ha con l’ecografia morfologica
  • test del DNA Fetale ( come l’Harmony test , Il PrenatalSafe, Nativa, ecc.).: si va alla ricerca del cromosoma Y. Se presenta la donna è in attesa di un maschietto.
  • amniocentesi
  • villocentesi

Le ecografie  2D sono strumenti molto precisi nel determinare il sesso. Uno studio ha mostrato un tasso di accuratezza del 98,2 percento.

L’amniocentesi e la villocentesi sono esami invasivi e solitamente vengono eseguiti solo per ragioni mediche, dato che presentano alcuni rischi legati alla procedura.

 Quindi?

Il test del bicarbonato non ha alcuna valenza scientifica e non rappresenta un metodo affidabile per determinare il sesso di un bambino.

Esistono metodi  affidabili , accurati e sicuri per la mamma e il bambino che sono le ecografie  e il test del DNA fetale. 
Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!