L’importanza di bere tanta acqua in gravidanza e allattamento

Mantenersi ben idratate in gravidanza e nel post -partum è di estrema importanza per il proprio benessere generale.

Durante i 9 mesi di gestazione ma anche durante l’allattamento, il fabbisogno di liquidi della donna è più alto del solito: l’acqua è necessaria per formare il liquido amniotico, per aumentare il volume del sangue in circolo, per produrre il latte materno. Pertanto l’idratazione corretta può aiutare la mamma ad alleviare anche alcuni fastidi della gravidanza (nel mio caso ad esempio  l’ipotensione!)

L’acqua è la bevanda per eccellenza per le future mamme, perchè le aiuta a reidratarsi senza aggiungere calorie e zuccheri. Durante la gravidanza si dovrebbe aumentare l’assunzione di acqua di circa 300 ml al giorno, e in allattamento di circa 700 ml al giorno.

Se proprio non riuscite a bere tanta acqua, (magari a causa delle nausee mattutine) potete integrare i liquidi attraverso cibi ricchi di acqua come  zuppe, minestroni, yogurt, frutta e verdura.

Insomma l’acqua è il mezzo più economico e semplice per  stare bene, ecco i suoi benefici:

Contro stitichezza e gonfiore

Durante la gravidanza le donne, a causa del rallentamento della peristalsi intestinale indotto dagli ormoni in circolo (in particolare progesterone e relaxina), possono soffrire di stitichezza e di conseguenza anche di gonfiore, difficoltà digestive, bruciori di stomaco e nausea. Spesso porta anche a dolori intestinali che vengono scambiate per contrazioni.

Bere acqua regolarmente  favorisce la digestione e  favorisce la motilità intestinale,

20517187_m

Contrasta le nausee

Evitate di bere acqua appena alzate, se soffrite di nausee mattutine!

Se sorseggiate l’acqua  (potete aiutarvi con una cannuccia) tra i pasti principali, questa abitudine potrebbe aiutarvi ad alleviare le nausee.

Allevia i sintomi da disidratazione

In gravidanza la disidratazione può manifestarsi in varie forme ed è più frequente in estate per ovvi motivi (si suda di più). Potrebbe causare cefalea, nausea, vertigini e crampi muscolari. Anche la ritenzione idrica (che da quella fastidiosa sensazione di gonfiore ) è un sintomo di disidratazione. “l’acqua elimina l’acqua” in effetti non è una trovata pubblicitaria.

Previene alcune infezioni

Durante la gravidanza si è più soggette ad alcune infezioni, tra cui quelle del tratto urinario. In questo caso bere la giusta quantità di acqua aiuta a liminare le tossine, a diluire l’urina e quindi ridurre il rischio di infezioni.

Aiuta a combattere lo stress

La corretta idratazione del nostro corpo permette di regolare meglio la temperatura interna e raggiungere l’equilibrio corpo-mente per  gestire nel modo migliore lo stress. 

NB: vanno ovviamente evitati invece gli alcolici (sia in gravidanza che in allattamento) e ridotte al minimo le bevande che contengono caffeina,

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!