Gravidanza » Fonte Essenziale: il tuo appuntamento di benessere quotidiano

Fonte Essenziale: il tuo appuntamento di benessere quotidiano

In gravidanza Fonte Essenziale è  proprio la migliore alleata del benessere perché non ha controindicazioni, aiuta a regolarizzare i processi digestivi, causati soprattutto negli ultimi mesi, dallo spazio del bambino e aiuta a reintegrare il fabbisogno di calcio, utile per la formazione delle ossa del bambino e per il mantenimento di quelle della mamma.

Sponsorizzato

Fonte essenziale

Se vi è una magia su questo pianeta, è contenuta nell’acqua
Loren Eiseley

Quando sentiamo parlare di benessere spesso siamo portati a pensare che raggiungere questa condizione fisica e mentale comporti chissà quale sforzo, chissà quante rinunce o piccoli stravolgimenti della nostra quotidianità.
In realtà, la cura di se’ fondamentalmente è prima di tutto una presa di coscienza dell’importanza della propria salute e inizia proprio dai piccoli gesti, dalle abitudini quotidiane: passa dall’alimentazione, alle ore di sonno, a una buona dose di attività fisica quotidiana. Passa dalle azioni gentili che compiamo verso noi stessi, dal nostro stato d’animo, dalla possibilità e capacità di “staccare” ogni tanto dalla routine e far volare la mente, fino alla dolcezza dei nostri pensieri.

Non esiste purtroppo un elisir che ci doni immediato benessere e forma, si tratta piuttosto di un impegno che prendiamo verso noi stessi, ogni giorno, a cominciare dall’alimentazione.

Quante volte le nostre nonne ci hanno parlato di quanto importanti siano i famosi due bicchieri d’acqua la mattina? “Old but gold”, reciterebbe un proverbio, un consiglio “Antico e ancora prezioso, come l’oro”.

Delle sorprendenti proprietà dell’acqua ne abbiamo sentito parlare in molti, in tante occasioni diverse; sappiamo per esempio che non c’è beauty routine che tenga, se la pelle non è ben idratata.

Sappiamo anche che le bevande gassate sono uno sfizio a cui spesso non è facile resistere, ma non solo apportano eccessive calorie, favoriscono il sovrappeso e non azzerano la sete. Morale, per dissetarsi e stare bene non c’è niente di più salutare ed efficace di un semplice bicchiere d’acqua.
Quello che forse sappiamo meno è che per dissetarsi l’acqua può essere una sola, ma per il proprio benessere le acque in commercio non sono tutte uguali e quella “giusta per noi” diventerà un valido alleato in diverse fasi della vita, a partire dalla gravidanza.

Idratarsi in gravidanza: un gesto che fa bene alla mamma e al bambino

Principale componente di ogni organismo vivente, si scrive acqua, ma si legge vita: nell’adulto l’acqua raggiunge percentuali attorno al 65%, per arrivare al 75-80% nei neonati e quando manca, non passa inosservata. Se non ci idratiamo sufficientemente, possiamo incappare in deficit nell’attività fisica e mentale.

Se è vero che l’acqua, chiamata anche ‘oro blu’, proprio per la sua vitale importanza, è un elemento fondamentale per il benessere di ogni individuo, questo è ancor più vero per il periodo della gravidanza: rappresenta una grande alleata delle donne in dolce attesa, non solo le aiuta ad idratarsi, ma permette loro di non aggiungere calorie e zuccheri in eccesso.

Nei mesi della gravidanza ma anche durante l’allattamento, il fabbisogno dei liquidi della donna aumenta: l’acqua è necessaria per formare il liquido amniotico, per aumentare il volume del sangue in circolo, e per la vascolarizzazione della placenta.

Durante la gravidanza si dovrebbe aumentare l’assunzione di acqua di circa 300 ml al giorno, mentre in allattamento il fabbisogno può variare da donna a donna e in base alle giornate.

Sappiamo che quando la gravidanza è fisiologica è un periodo sicuramente impegnativo per il corpo e la mente, ma di sostanziale benessere fisico ed emotivo.

Naturalmente ogni cambiamento può portare con sé anche piccoli disturbi e uno di quelli di cui le mamme ci hanno dato maggior testimonianza è proprio la stipsi, che è un fastidio diffuso, ma provoca senza dubbio malessere.

Questo causa anche gonfiore, nausea e bruciori intestinali che spesso destano molte preoccupazioni: durante la gravidanza infatti sono gli ormoni in circolo a rallentare la peristalsi intestinale.

fonte essenziale

Fonte essenziale: l’acqua che allevia in modo naturale i disturbi legati alla stitichezza, alla digestione e al senso di gonfiore

Proprio perché da anni con Periodo Fertile ascoltiamo le mamme e le loro domande, e sappiamo che ci sono alcuni fastidi legati alla gravidanza che si possono alleviare con qualche piccolo accorgimento, vi parliamo di Fonte Essenziale, che abbiamo avuto il piacere di provare.

Si tratta di un’acqua dalla composizione unica, che permette di ritrovare benessere e leggerezza di fegato e intestino. Ha origine dalla Val Camonica, dalle Terme di Boario, incantevole oasi di pace per ritrovare il proprio benessere.

Prima di sgorgare dalla fonte, l’acqua compie un viaggio lungo ben dieci anni attraverso le rocce del monte Altissimo in cui si purifica e si arricchisce di minerali e oligoelementi.

Proprio la sua origine termale, la rende non solo ricca di sali minerali, ma le dona un gusto unico, leggero ma corposo.

Povera di sodio ma ricca invece di magnesio e solfati, aiuta a depurare l’intestino favorendone la regolarità e la diuresi, contrastando la ritenzione idrica.

Facile come bere un bicchier d’acqua, anzi facciamo due!

Sono le buone abitudini i pilastri del nostro stare bene. E ce ne sono alcune che è molto semplice mettere in pratica, con un beneficio assolutamente immediato.

In Italia una donna su cinque soffre di gonfiore e stitichezza e Fonte Essenziale, con la sua composizione povera di sodio e di nitrati ma ricca di solfati e magnesio è in grado di favorire la corretta evacuazione migliorando la funzione digestiva e intestinale.

In gravidanza è  proprio la migliore alleata del benessere perché non ha controindicazioni, aiuta a regolarizzare i processi digestivi, causati soprattutto negli ultimi mesi, dallo spazio del bambino e aiuta a reintegrare il fabbisogno di calcio, utile per la formazione delle ossa del bambino e per il mantenimento di quelle della mamma.

È preziosa anche dopo, durante l’allattamento proprio perché aiuta a reintegrare il fabbisogno di calcio, particolarmente esigete in questo periodo.

Bastano due bicchieri al giorno prima di colazione, per almeno 15 giorni, per ritrovare un benessere immediato e sentirsi meglio.

Un vero rituale quotidiano per ritrovare armonia e benessere.

Riferimenti:

Montgomery, Kristen S. “Nutrition Column An Update on Water Needs during Pregnancy and Beyond.” The Journal of perinatal education vol. 11,3 (2002): 40-2. doi:10.1624/105812402X88830
Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Valentina Desario

Spirito libero, da sempre. Appassionata di sceneggiatura, sociologia e letteratura. Copywriter, redattrice, divoratrice di libri, sognatrice con i piedi per terra. Da qualche mese totalmente stravolta dall’arrivo di un paio di occhi più limpidi dell’acqua.