5 cose da non dire a una donna incinta

Quante di voi si sono trovate incapaci di reagire prontamente di fronte alla  richiesta, praticamente già messa in atto,  di potervi toccare il pancione? Non solo da parte di amici e parenti, ma anche da perfetti estranei!

E non tutti chiedono il permesso!

Insomma siamo state prese più di una volta alla sprovvista da chi non sta stare al suo posto.

Tante, troppe persone invadono il nostro spazio vitale quando aspettiamo un bambino, soffocandoci di consigli non richiesti o  rendendosi protagonisti di “sparate” decisamente fuori luogo.

Cosa non vogliamo sentirci dire in gravidanza? Ecco 5 punti che danno particolarmente fastidio, se volete nei commenti potete aggiungerne altri. Sfogatevi  pure!

Lasciami toccare il pancione

Quando la donna è intorno al settimo – ottavo mese di gravidanza, o anche  verso la fine della gestazione, il pancione  è irresistibile. Tantissime persone hanno un desisderio irrefrenabile di appongiare la mano sul pancione,  soprattutto se in quel momento il bambino sta tirando qualche calcetto.

Se siete tra queste persone, cercate di resistere, non fatelo senza chiedere,  o meglio ancora non chiedetele nemmeno il permesso. Se la mamma ha piacere di condividere il momento dei calcetti con voi ve lo dirà. Altrimenti rimanete tranquilli al vostro posto.

Che siate un estraneo o un amico/a, la pancia è proprietà privata. Non tutte amano essere toccate e molte volte le mamme si sentono costrette a dire sì alla domanda  “posso toccare il pancione?” solo per pura educazione,  anche se in realtà vorrebbero dire/gridare di no.

Ho fatto un travaglio di 36 ore!

Una donna verso la fine della gravidanza si sta preparando mentalmente al parto e non ha assolutamente voglia di ascoltare “racconti dell’orrore” densi di particolari.

Molte donne amano dispensare consigli sul parto, che possono anche risultare utili, se richiesti.  Il problema è che spesso si perdono nei dettagli,  quelli più cruenti!

Se la vostra amica sta raccontandovi il suo parto ma sta entrando troppo nei particolari, fermatela, dicendole  semplicemente che vi sta facendo tornare la nausea. Capirà (spero).

Sei enorme! Aspetti dei gemelli?

Nessuna donna vuole ricevere commenti sul proprio aspetto fisico se si tratta di aumento di peso.

Figuriamoci in gravidanza!

Se qualcuno chiede se aspetta gemelli significa solo una cosa: che ha un pancione enorme risperto all’epoca gestazionale in cui si trova. Questo nella mente della donna viene tradotto immediatamente con: “sono ingrassata troppo!”.

Pertanto evitate qualsiasi commento sulle dimensioni del pancione! Che sia piccolo , o che sia grande, non dovete dire nulla, NULLA. Chiaro?

Nessun commento sul nome del bambino

Tutti vogliono sapere il nome del nascituro ma  quando viene detto loro…APRITICIELO!

I commenti si sprecano.

“Ma non è lo stesso nome di…?”

“Ma ti ricordi quello sfigato che aveva lo stesso nome?”

o ancora: “che cosa significa questo nome?”

E nella peggiore delle ipotesi “dai, state scherzando, diteci quello vero!”

Insomma difficilmente riescono a tenere a freno la lingua astenendosi dal giudicare le vostre scelte.

Non preoccupatevi, passate oltre. Se volete premunirvi, preparatevi una spiegazione a priori, ma non è necessaria: la scelta rimane sempre e comunque vostra e non va giustificata.

Dai, che vuoi che sia per un bicchiere!

No, no e ancora no. Se una donna è incinta e vi dice che non può bere  una birra  o un bicchiere di vino, non può e basta. Nessun tipo e quantita di alcol è permessa in gravidanza. 

Non insistete ma  apprezzate il fatto che la vostra amica si sta prendendo cura di sè e del bambino, è la cosa giusta da fare, e ovviamente .. un buon tacer non fu mai scritto! 

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!