Fecondazione assisitita Fertilità

Pma, eterologa, endometriosi… le esenzoni grazie ai nuovi livelli di assistenza LEA

Dopo 15 anni vengono aggiornati i livelli di assistenza sanitaria del nostro Paese (sono state riviste le esenzioni per alcune prestazioni)  grazie i nuovi LEA approvati il 12 gennaio 2017.

I LEA sono le prestazioni sanitarie che tutte le regioni devono assicurare ai pazienti. Se quindi prima di questo aggiornamento bisognava pagare per ottenere determinate prestazioni, con i nuovi LEA,  grazie alle esenzioni, diventeranno gratuite.

lorenzin

Nel comunicato del Ministero della Salute si legge che nei nuovi LEA:

Vengono introdotte numerose procedure diagnostiche e terapeutiche che nel 1996 avevano carattere quasi “sperimentale” oppure erano eseguibili in sicurezza solo in regime di ricovero, ma che oggi sono entrate nella pratica clinica corrente e possono essere erogate in ambito ambulatoriale

Per ciò che riguarda l’ambito di cui ci occupiamo in questo sito evidenziamo che il nuovo nomenclatore:

  • individua chiaramente tutte le prestazioni di procreazione medicalmente assistita (PMA) che saranno erogate a carico del Servizio sanitario nazionale (fino ad oggi erogate solo in regime di ricovero)
  • introduce la consulenza genetica, che consente di spiegare al paziente l’importanza ed il significato del test al momento dell’esecuzione, le implicazioni connesse al risultato al momento della consegna del referto ed, eventualmente, di fornire allo stesso il sostegno necessario per affrontare situazioni spesso emotivamente difficili
  • rivede profondamente l’elenco delle prestazioni di genetica e, per ogni singola prestazione, fa riferimento ad un elenco puntuale di patologie per le quali è necessaria l’indagine su un determinato numero di geni

E’ stato revisionato sia l’elenco delle malattie rare, aggiungendo più di 110 nuove patologie, e l’elenco delle malattie croniche. Ad esempio la celiachia rientra ora tra le patologie croniche e non più tra quelle rare.

10289562_s

L‘endometriosi rientra ora tra le patologie croniche invalidanti: le pazienti hanno ora il diritto di usufruire in esenzione di alcune prestazioni specialistiche di controllo.

per quanto riguarda la Procreazione Medicalmente assistita, grazie ai nuovi LEA:

viene previsto l’inserimento nel nomenclatore della specialistica ambulatoriale di tutte le prestazioni necessarie nelle diverse fasi concernenti la procreazione medicalmente assistita, omologa ed eterologa.
Tutte le prestazioni di raccolta, conservazione e distribuzione di cellule riproduttive finalizzate alla procreazione medicalmente assistita eterologa sono a carico del Servizio sanitario nazionale

Scarica il comunicato del Ministero della Salute in formato  integrale

Scarica il test o in Gazzetta Ufficiale

Lascia un commento

 Avvisami per ogni commento a questo articolo

 Avvisami delle risposte a questo commento

Se vuoi, aggiungi una foto al tuo commento, verrà elaborata in qualche minuto.