Si può rimanere incinta con un rapporto anale?

Si può rimanere incinta con un rapporto anale? Avete ragione sembra una domanda ridicola, ma al contempo anche molto frequente tra donne e uomini di tutte le età.

Anche se la probabilità di una gravidanza successiva  a questo tipo di rapporto è molto, molto piccola, nell’interesse di chiarire la confusione che regna su questo agomento, viste le domande che arrivano in redazione, abbiamo deciso di approfondire la questione.

È possibile che una donna rimanga incinta in questo modo?

Se non si è affette da una complicazione medica rara e state attenti  a dove finisce lo sperma del partner dopo il rapporto anale, la risposta è decisamente no.

Non c’è alcuna connessione tra il canale rettale e vagina. Lo sperma deve entrare in vagina perchè possa esserci il rischio di una gravidanza.

si può rimanere incinta da un rapporto

Quali sono le eccezioni che possono portare a una gravidanza?

Può accadere una gravidanza se ad  esempio lo sperma rilasciato durante il sesso anale si fa strada nella vagina attraverso laviostra mano o quella del partner.

Basta stare attenti e usare il preservativo. Il preservativo, non ci stancheremo mai di sottolinearlo, protegge da malattie sessualmente trasmissibili, come l’HIV, Il pailloma virus e altre patologie che possono compromettere la salute generale della donna e del partner. E questo sia che il rapporto avvenga per via vaginale che per via anale. Il preservativo è l’unico modo (oltre all’astinenza ovviamente) per evitare la trasmissione di virus e batteri durante un rapporto sessuale. 

Un’altra eccezione è rappresentata da  una condizione medica molto rara chiamata fistola rettovaginale. Una fistola rettovaginale è un’apertura tra la vagina e il retto. Può essere causata dalla malattia di Crohn, da una lesione che si verifica durante il parto, da un cancro localizzato nell’area pelvica o da una radioterapia. Per eradicare il prolema è necessario ricorrere alla chirurgia.

Se si ha un rapporto anale quando  si soffre di una fistola rettovaginale, potrebbe verificarsi una gravidanza, poiché la condizione crea un’apertura tra il retto e la vagina attraverso la quale lo sperma può teoricamente passare. Ma sia il sesso anale che quello vaginale  sarebbero molto probabilmente fuori questione se la donna avesse fistola rettovaginale, per ovvie ragioni igieniche.

Quindi, una volta per tutte, se si utilizza un preservativo durante il sesso anale e non si soffre di complicazioni rare che coinvolgono la zona pelvica, non si dovrebbe correre alcun rischio.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Sei alla ricerca di una gravidanza o pensi di poter essere rimasta incinta e vuoi parlarne? (anche in modo anonimo) Abbiamo uno spazio speciale nel nostro forum.💬 Vai al forum