IUI: Inseminazione intrauterina, in che cosa consiste

L’inseminazione intra-uterina è una tecnica di concepimento assistito poco invasiva.

Consiste nell’inserimento in utero di un campione di liquido seminale dopo opportuna preparazione, attraverso un catatere specifico.

Questa tecnica deve essere effettuata nel momento corretto del ciclo mestruale sotto monitoraggio ecografico e/o ormonale. Per verificare la gravidanza viene richiesto un dosaggio nel dangue delle beta HCG.

Inseminazione intra uterina

 

Quando si ricorre all’IUI?

L’IUI viene suggerita in caso di infertilità inspiegata, problemi di eiaculazione, lievi problemi di fertilità maschile, disordini ovulatori, edometriosi lieve, ottimizzazione dello sperma ottenuto da donatore.

Il vantaggio dell’IUI è che è una tecnica con un buon rapporto costo-beneficio e può essere praticata anche da un centro di sterilità di secondo  o terzo livello. Non è una tecnica invasiva e permette la fecondazione all’interno delle tube.

D’altro canto non ha lo stesso tasso di successo della fecondazione in vitro, non da informazioni sulla qualità degli ovociti e degli embrioni, e deve esserci almeno una tuba funzionante e una qualità di sperma accettabile. E’ importante il corretto monitoraggio del ciclo onde evitare gravidanze multiple che sono più soggette a complicazioni.

Procedura

L’inseminazione intra uterina può essere effettuata  su un ciclo spontaneo o a seguito di una stimolazione ovarica.

La stimolazione ovarica viebe effettuata somministrando clomifene, oppure una combinazione di clomifene e FSH oppure solo FSH.

In caso di stimolazione di solito  si somministra una singola dose di hCG 36 ore prima dell’ovulazione in modo da ottimizzare la maturazione del follicolo e lo scoppio.

l’IUI necessita di un monitoraggio ecografico transvaginale accurato per assicurare la corretta somministrazione di hCG e verificare il numero di follicoli ottenuti tramite stimolazione. Di solito devono essere uno (o al massimo due) in crescita di dimensioni superiori a 18mm.

In caso di eccessiva risposta ovarica alla stimolazione e quindi con eccessiva produzione di follicoli, si procede a un rinvio dell’IUI per scongiurare gravidanze multiple.

Tassi di successo

Il successo di questa tecnica  dipende dal’età materna e dalla qualità del liquido seminale. I risultati positivi aumentano se si decide di eseguire una stimolazione ovarica invece di sfruttare il ciclo naturale.

I tassi di successo sono del 5% in caso di ciclo spontaneo, dell’8-10%  in caso di stimolazione con clomifene e 12-18 % in caso di stimolazione con FSH.

Complicazioni

Sono rappresentate dal sovradosaggio di FSH con conseguente rischio di gravidanza gemellare.

I centri in genere prevedono un tasso di gravidanze gemellari del 10-15 % e di gravidanze trigemine minore dell’1%. Gravidanze gemellari più frequenti sono in genere dovute a inappropriati monitoraggi ecografici.

E’ fondamentale quindi che i centri curino attentamente la corretta somministrazione dei farmaci e i controlli ecografici.

L’IUI potrebbe anche causare gravidanze extrauterine e pertanto molti medici propongono controlli ecografici precici, a 6- 7 settimane di gestazione in pazienti con test di gravidanza positivo.

Sei alla ricerca di una gravidanza o pensi di poter essere rimsta incinta e vuoi parlarne? (anche in modo anonimo) Abbiamo uno spazio speciale nel nostro forum.💬 Vai al forum

Puoi anche condividere subito la tua domanda o la tua esperienza. Ti avviseremo per email delle risposte.

Inviando accetti i termini di utilizzo e il trattamento dei dati



Lascia un commento

12 Commenti

  • Ciao mi chiamo eleonora ho 25 anni sono fidanzata da 5 con bruno il mio compagno abbiamo una bimba di 3 anni arrivata al 4 mese di prove ….ora sono 14 mesi che provo il secondo ma nnt :crying:

  • Salve a tutte. Sono nuova. Vi chiedo un aiuto. Ho fatto iui il 09/10 dopo 3 anni di tentativi e un aborto ritenuto. Prendo acido folico,cardioaspirina,cortisone,e due ovuli di progesterone ogni 12 ore. Oggi sono 11post iui. E fin ora nnt di nnt. Nessun dolore. Solo da stamat fitte lievi e che prende anche la gamba. Cosa vuol direee? Si sta preparando il ciclo? Helppppp:doh:

  • Salve dottoressa, io ho 19 anni mio marito 25 e da 3 anni che cerchiamo un bambino ma niente! Dopo tante visite fatte abbiamo scoperto il problema lui ha un varicocele destro e deve essere operato. La mia domanda è questa : il 19 ottobre ho la 1 visita x l’inseminazione quando tempo passa per la prima prova? Anche facendo l’inseminazione mio marito deve operarsi? (Lui non vuole farlo xk ha il CPK Alto e altri problemi e ha paura) attendo risposta. Grazie.

  • Ciao a tutte sono Katia e la prima volta che scrivo volevo raccontarvi la mia storia , sono sposata da 6 anni e da 5 che ci stiamo provando mio marito ha fatto spermiogramma visite urologo in poche parole ha un varicocele e ph alto sarebbe da operare ma saltiamo tt gli stadi e il 30 ottobre 1 visita x fare lesiminazione premetto che io ho già un ragazzino di 13 anni e ho voglio di essere di nuovo mamma vi terrò aggiornate in becco a tutte :bigsmile::bigsmile:

  • Ciao ragazze! Io vi scrivo per dirvi che la costanza e la taaanta pazienza alla fine premia! Dopo 2 anni di tanti tentativi e delusioni finalmente alla 5 iui sono incinta di 7 settimane. Vi racconto i dettagli sperando di esservi utile…! Prima dell ultima iui prendevo mattina e sera l’integratore chirofol 500 e il mio compagno chiromen. Ero a dieta, pochissimi caffè, niente sport(fino a 2 mesi prima facevo zumba). Dal giorno dell inseminazione x 4gg ho avuto rapporti 2 volte al giorno e ho preso 4 gg di malattia da lavoro x essere più rilassata! I gg successivi vita normale! Ah tutte cavolate quelli che vi Dicono “non ci pensare e arriverà”…. Se vai a fare l inseminazione e ovvio che ci pensi ma se deve arrivare arriva cmq! In bocca al lupo a tutte

  • Salve sono nunzia volevo alcuni consigli sono molto disperata sono 4 anni Ke provo ad avere un bambino ma come sempre I risultati sono sempre negativi… o fatto tt gli esami e io sto benissimo solo un po la tiroide infiammata e sto facendo una cura ma la ginecologa mi ha detto che nn o nnt da preoccuparmi….mi ha consigliato che mio marito deve fare lo spermiogramma stamattina abbiamo avuto le risposte e l’urologo mi ha detto Sig lo sperma di suo marito e buono ma poco….. cè mi sembra un controsenso….nn capisco….3 anni fa fece lo spermiogramma ed era il 77% ora e sceso al 35% devo preoccuparmi??? Cmq a breve abbiamo appuntamento dallo specialista….vi prego schiaritemi un po le idee grazie a tutti

  • Salve dottoressa sono sempre io..
    secondo lei come mai e da un po di giorni che ho male alle ovaie come quando si avvicina il periodo del mestruo..
    ho seno gonfio e sono stitica faccio fatica ad andare in bagno ma se sforzo un po ho male..
    L appetito ce lo come sempre ma dopo un po che mangio mi rimane gusto brutto come quando si è nauseata…cchuedo per capire se e normale grazie mille.

  • Salve dottoressa io sono nuova..
    ieri o fatto inseminazione iui spero che sia andata bene…io o un bimbo di 7 anni ..quando lui aveva due anni con aiuto di cure sono rimasta incinta poi lo perso..poi distanza di anni o riprovato sempre con cure e dopo quasi un anno sono rimasta incinta di due gemelli ma e andata male…da poco adesso o fatto l inseminazione io o sempre avuto problemi di cicli molto irregolare. Secondo lei le possibilità sono alte o basse che possa andare bene?