Sesso dopo la gravidanza: 6 problemi comuni e soluzioni da provare

I seni dolenti e la pancia che non è ancora tonica sono alcune delle scuse a cui in genere le donne si aggrappano, oltre alla stanchezza che ne deriva dall’accudire il bebè, quando si tocca l’argomento sesso appena dopo il parto.

Sebbene il ginecologo ci abbia dato il via libera ai rapporti dopo 4-6 settimane dal parto,durante la consueta visita di routine che si fa a circa 40 gg dopo il parto,  questo non significa che la vita sessuale torni esattamente come prima della gravidanza o prima della nascita del bebè. Questo non vuol dire che peggiori, anzi, solo che potrebbe esser necessario un periodo di assestamento.

Di seguito abbiamo raccolto 6 problematiche comuni e alcuni suggerimenti per affrontarle.

Mese per mese tante piccole notizie ed idee per stare bene con il piccolo e tutta la famiglia. In regalo il manuale dello svezzamento di Madegus!
  
Proseguendo, confermo di accettare i termini di utilizzo e il trattamento dei miei dati di Periodo Fertile.

Il vostro lui è pronto mentre tu hai ancora bisogno di tempo

Anche se sono già passate le 6 settimane dal parto, e le varie ferite fisiche soni guarite (episiotomia, punti vari o la cicatrice del taglio cesareo) e non provi più dolori, è ancora possibile che tu non abbia voglia di avere rapporti.  Può essere del tutto normale. Il vostro corpro ne ha passate tante, i vostri ormoni sono ancora in subbuglio, l’utero si sta restringendo e sei anche probabilmente esausta. Dormi poco, il bambino richiede continue attenzioni e hai solo voglia di dormire un po’. Anche gli ormoni coinvolti nell’allattamento al seno possono inibire la libido.

Cosa fare: datti del tempo, parla apertamente con il tuo lui di come ti senti e insieme cercate di ritrovare l’intimità pian pianino. Nel frattempo ricorrete a baci, coccole  e mantenete l’affiatamento di coppia occupandovi assieme del vostro bebè.

41392496_s

Non ce la fai ad attendere 6 settimane!

Il rovescio della medaglia esiste! Ci sono donne impazienti  di ritornare ad avere una vita sessuale dopo la gravidanza. E le sei settimane di attesa potrebbero sembrare una eternità. Sono soprattutto le donne che durate la gravidanza per vari motivi non hanno potuto avere rapporti che non vedono l’ora di tornare ad averli.

Cosa fare: in questi casi parlatene con il medico, anticipate la visita alle 4 settimane dal parto se i sanguinamenti (lochiazioni) sono terminati.

E’ importante fare la visita prima di iniziare i rapporti per scongiurare infezioni.

I tuoi seni sono teneri e… gocciolanti

Se stai allattando al seno, questo potrebbe essere dolente, pesante e avere delle scomode perdite di latte (anche durante l’orgasmo a causa della stimolazione di alcuni ormoni, gli stessi che vengono stimolati dall’allattamento)

Cosa fare: indossate un reggiseno o almeno una canotta durante i rapporti. Potete allattare il bambino poco prima in modo che il seno non sia troppo pieno e dolorante. I primi tempo vanno così poi l’allattamento si stabilizzerà e  il seno diventerà meno sensibile. In questo modo non sarà più un’ interferenza nel rapporto.

Il sesso non è più lo stesso

Dopo aver partorito un bambino, i muscoli vaginali possono  temporaneamente risultare più allungati. Questo significa che  il sesso dopo la gravidanza  potrebbe risultarvi  un po’ diverso da quello che ricordavate. Ma non preoccupatevi, le differenze sono minime e temporanee. E diverso non è necessariamente un male, ma  qualcosa di nuovo da provare!

Cosa fare: continuate a fare gli esercizi di Kegel che facevate durante la gravidanza Anche adesso che avete partorito sono importantissimi per tonificare i muscoli del pavimento pelvico.Fateli mentre guidate l’auto, o siete sedute, o in fila al supermercato. qualsiasi momento va bene e la vostra vagina vi ringrazierà!

I rapporti sessuali sono dolorosi

I cambiamenti ormonali del post-parto possono causare secchezza vaginale che può determinare dolori durante il rapporto. Anche l’allattamento al seno riduce la lubrificazione.

Cosa fare: mettete al corrente il vostro lui di questi cambiamenti  fisiologici e spiegategli che la secchezza non ha nulla a che fare con  l’attrazione per lui. Tenete quindi a portata di mano dei lubrificanti naturali.

Se il dolore è dovuto al taglio cesareo o all’episiotomia, o ai punti avuti, datevi un’altra settimana o due di tempo prima di riprovare, per dare tempo alle ferite di guarire meglio. Le prime volte fatelo con molta delicatezza.

Se si sente dolore o pressione anche  quando non state avendo rapporti, meglio consultare il medico per verificare che non sia in corso una infezione.

Faccio fatica ad accettare il mio corpo dopo il parto

Ci vogliono due mesi circa perchè l’utero torni alle dimensioni che aveva prima della gravidanza. Pertanto nel frattempo potresti sembrare come fossi incinta di 5-6 mesi.

Può essere necessario fino a un anno per perdere i chili in eccesso accumulati con la gravidanza (l’allattamento al seno riduce di molto i tempi) e se aggiungiamo qualche smagliatura e qualche cicatrice, inclusi i piedi più grandi, è comune avere qualche difficoltà ad accettare i cambiamenti anche se temporanei.

Cosa fare:   Guarda il tuo bambino e ammira tutto ciò che di meraviglioso ha compiuto il tuo corpo in questi ultimi mesi. Hai cresciuto un bambino dentro di te e lo hai dato alla luce. Gli hai dato il tuo sangue, hai sudato e pianto per farlo nascere. Non c’è nulla di più bello e più forte di una mamma. Fidati di questo, Lo sa anche il tuo lui, adesso devi  solo convincerti tu!

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!