Nutripedia presenta Chatbot: la prima APP interattiva per chiarire i dubbi dei genitori e metterli in contatto con gli esperti

In collaborazione con Nutripedia

Fin dal primo momento in cui la coppia scopre la gravidanza c’è una domanda che sorge inevitabile: sarò un buon genitore? Con il cuore colmo di aspettative ci avviciniamo a questa esperienza pieni di sogni, speranze e buoni propositi.

chatbot nutripedia

Spesso trascorriamo i mesi dell’attesa cercando di documentarci, non solo per conoscere il più possibile sul misterioso mondo dei piccoli, ma per arrivare ad accogliere il bambino il più preparati possibile.

Le nostre emozioni spesso contrastanti rischiano di non farci sentire all’altezza di un compito tanto importante, eppure per preparare i più piccoli alla vita gli ingredienti sono probabilmente gli stessi dalla notte dei tempi: capacità di sintonizzarsi con i suoi bisogni e disponibilità a mettersi in gioco.

Mese per mese tante piccole notizie ed idee per stare bene con il piccolo e tutta la famiglia. In regalo il manuale dello svezzamento di Madegus!
  
Proseguendo, confermo di accettare i termini di utilizzo e il trattamento dei miei dati di Periodo Fertile.

Amore, empatia e corrette informazioni, sono sicuramente il primo punto di partenza per un approccio alla genitorialità sereno e consapevole.

Sappiamo bene che mai come in questo periodo storico è sorprendente la facilità con cui si riescono a reperire informazioni su qualsiasi argomento: il Web, in primis, costituisce un archivio di sorprendente vastità con una pluralità di fonti e punti di vista che molto spesso anziché chiarire le idee rendono tutto ancora più complesso.

Inoltre, non è certo immediato reperire informazioni affidabili e spesso anche un’informazione “verosimile” è molto distante dalla correttezza scientifica.

Chi ha partecipato ad esempio a gruppi Facebook di genitori, avrà probabilmente notato quanto sia frequente scambiarsi diagnosi improvvisate spacciandole come pareri medici autorevoli, consigli di ogni genere e molto altro: il Web diventa troppo spesso un pulpito alla portata di tutti, anche quando si trattano argomenti che dovrebbero essere affrontati solamente da chi ha le necessarie e imprescindibili competenze per farlo.

Nutripedia presenta il primo Chatbot dedicato alla nutrizione infantile

Proseguendo nella direzione intrapresa, Nutripedia ha ideato un nuovo strumento di supporto, una “enciclopedia digitale, sempre a portata di mano” dove reperire in modo semplice e immediato le informazioni necessarie sull’alimentazione nei primi 1000 giorni: un’app interattiva, o più precisamente un chatbot, il primo dedicato alla nutrizione infantile, disponibile sia sul sito Nutripedia sia scaricabile negli app store Apple e Android, che consente ai genitori di fare domande su temi inerenti la nutrizione in età fertile, in gravidanza, allattamento e durante i primi anni di vita del bambino.

L’utente, registrandosi in modo semplice e veloce, potrà accedere all’app per selezionare l’area di interesse tra quelle riportate, le stesse trattate anche sul sito: età fertile, gravidanza, allattamento, divezzamento, alimentazione 1-3 anni, concetti generali. Ponendo la domanda desiderata, il chatbot risponderà rimandando automaticamente ai contenuti e agli articoli realizzati dagli esperti RIMMI. Qualora il chatbot non avesse una risposta pronta alla specifica necessità del genitore, verrà data la possibilità di inoltrare i propri dubbi direttamente agli esperti, che risponderanno direttamente all’utente nel più breve tempo possibile.  L’App non affronta temi legati alla salute e naturalmente non ha nessuna pretesa di sostituire il pediatra o il ginecologo nel merito di situazioni specifiche, ma rappresenta un validissimo ed efficace supporto per i dubbi sull’alimentazione dei più piccoli.

Il chatbot Nutripedia: uno strumento per rispondere alle domande dei genitori

Se quindi il chatbot è da un lato alimentato dai contenuti presenti sul sito Nutripedia, è dall’altro un raccoglitore di esperienze quotidiane di mamme e papà, che attraverso le loro domande permettono di individuare le incertezze più ricorrenti e di chiarirle: per tutte le domande poste direttamente agli esperti, oltre ad un riscontro tramite il chatbot, verranno quindi creati nuovi contenuti che renderanno il sito sempre più vario, interessante e completo. Questo aspetto è quello che forse ci ha colpito in modo maggiormente positivo, quello dell’ascolto, che è ciò che contraddistingue Nutripedia rendendolo un progetto davvero unico, proprio per la sua ambizione di creare un dialogo reale con le mamme e i papà.

Tra gli obiettivi di Nutripedia non c’è solo quindi quello di fornire le corrette informazioni all’utente ma di mettersi realmente a disposizione, creando un circolo virtuoso di informazioni di cui si sentiva realmente l’esigenza.

Uno strumento dunque innovativo, che mette in contatto esperti e genitori che insieme contribuiscono a combattere le fake news, per una fruizione di informazioni veloce, pratica in un contesto di credibilità sicuro.

L’app è disponibile sul sito Nutripedia e sugli Store iOS e Android.

Le Fake News in Rete: un rischio per la salute

Il problema delle fake news è dilagante e affidarsi al Web nella ricerca delle informazioni può essere un rischio: le false notizie sull’alimentazione durante la gravidanza e nei primi anni di vita, per esempio, possono mettere a repentaglio la salute futura del bambino e contribuire allo sviluppo di malattie croniche in età adulta.

Per avere la certezza di raccogliere informazioni vere, affidabili e allo stesso tempo facilmente fruibili, bisognerebbe avere sempre al proprio fianco il proprio pediatra, il che, evidentemente, non è realizzabile.

Ed è proprio da queste premesse che un anno fa nasceva Nutripedia, promosso dal board di esperti RIMMI e supportato dalla Fondazione Istituto Danone e che noi di Periodo Fertile abbiamo accolto e supportato con grande entusiasmo. Un progetto concreto e ambizioso che si pone come obiettivo quello di sostenere mamme e papà nella crescita e nella corretta nutrizione dei bambini grazie ad un team di esperti, pediatri, ginecologi e nutrizionisti.

È nata così la prima “enciclopedia partecipata” e in continua evoluzione sulla nutrizione di mamma e bambino, che coniuga il rigore della scienza alle esigenze dei genitori e di chiunque abbia bisogno di orientarsi nel mondo della nutrizione infantile mettendo a disposizioni informazioni rigorose mediante un linguaggio alla portata di tutti.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!


Valentina Desario

Spirito libero, da sempre. Appassionata di sceneggiatura, sociologia e letteratura. Copywriter, redattrice, divoratrice di libri, sognatrice con i piedi per terra. Da qualche mese totalmente stravolta dall’arrivo di un paio di occhi più limpidi dell’acqua.