Mamma dormi, nutri, ripeti: l’elogio alla normalità dell’essere neogenitore

Congratulazioni, hai un bambino perfettamente normale!

Come ostetrica, questo è quello che penso quando sento le preoccupazioni più comuni dei neo genitori. Tuttavia, non è sufficiente dire ai genitori che i comportamenti che stanno sperimentando con i loro bambini sono normali.

  • ‘Il mio bambino dorme solo su di me …”
  • “Il mio bambino vuole nutrirsi tutto il tempo …”
  • “Il mio bambino si sveglia tutta la notte”

sono le tipiche preoccupazioni che hanno i neo genitori.

Spesso i genitori pensano di aver fatto qualcosa di sbagliato (che ovviamente non hanno fatto) o che c’è qualcosa di sbagliato nel loro bambino (che quasi sempre non c’è).

Vuoi ricevere interessanti suggerimenti sulla cura del tuo bambino?
  
Proseguendo, confermo di accettare i termini di utilizzo e il trattamento dei miei dati di Periodo Fertile.

Abbiamo appena dimenticato, come società, com’è il normale comportamento del bambino.

Preparasi ad essere genitori

I futuri genitori sono spesso ben preparati alla nascita, ma meno preparati per i primissimi mesi in cui si dovranno prendere cura di un minuscolo essere umano che dipende completamente da loro per ogni esigenza.

Il modo in cui viviamo e lavoriamo è cambiato enormemente negli ultimi cento anni. Per capire il comportamento del bambino dobbiamo tornare indietro nel tempo, poiché la fisiologia non ha tenuto il passo con il cambiamento sociale.

Il bambino delle caverne aveva gli stessi bisogni dei bambini post-millenari: essere tenuto per la maggior parte del tempo, preferibilmente (in senso biologico) da un genitore con il seno da cui nutrirsi e addormentarsi.

Siamo “portatori di mammiferi“, il che significa che siamo progettati per portare i nostri piccoli tra le braccia dalla nascita in quanto non sono abbastanza sviluppati per andarsene come fanno le giraffe.

Il latte materno è caratteristico per quel bambino.

Non nasciamo mammiferi come la giraffa o la mucca, né mammiferi come i gatti, il cui latte è progettato per sostenere i loro cuccioli nel nido mentre il genitore va a caccia.

Siamo ancora più lontani dai mammiferi come i cervi, il cui latte ad alto contenuto di grassi sostiene i loro piccoli fino a 12 ore mentre l’adulto è fuori a cercare cibo.

Il latte che gli umani producono è più basso sia di grasso che di proteine ​​rispetto a queste specie poiché i nostri piccoli sono progettati per nutrirsi continuamente al seno.

Ciò per cui non siamo progettati sono gli intervalli di alimentazione ogni 4 ore che sono emersi dalle ultime mode di gestione di un neonato.

Anche le nostre abitudini di sonno sono cambiate nel tempo, con letti più morbidi, piumoni, lettini che vanno a creare tutto un ambiente diverso da quello che i bambini si aspettano quando emergono dall’utero.

Mettere i bambini a dormire sulla schiena ha ridotto i decessi SIDS di due terzi ma nessuno ha detto ai bambini che dormire sulla schiena in una culla invece che accanto al genitore è il modo statisticamente più sicuro per loro di dormire.

Le troppe aspettative dei neo genitori

I cambiamenti ambientali si accompagnano anche ai cambiamenti della società, in particolare la preoccupazione per l’educazione dei bambini “indipendenti”.

C’è un’aspettativa che i bambini dovrebbero essere in grado di andare a dormire una volta messi da soli, sulla schiena e incapaci di girarsi (la capacità di girare in entrambe le direzioni generalmente si aggira intorno ai 6 mesi)

Ci aspettiamo anche che rimangano lì senza interazione per 10-12 ore. L’idea che ciò aiuti a costruire l’indipendenza è l’opposto di ciò che sappiamo dell’importanza dell’attaccamento sicuro.

Da adulti, ci svegliamo, ci voltiamo, andiamo a prendere un drink o coccoliamo i nostri cari durante la notte, ma ci si aspetta che i bambini piccoli dormano senza il supporto di cui hanno bisogno, per fare tutte queste cose da soli.

Anche il modo in cui i genitori trascorrono il loro tempo è cambiato. I genitori hanno molte richieste, molti lavorano fuori casa a tempo pieno. Ognuno si destreggia e le persone vivono generalmente in unità familiari più piccole che mai, con meno persone a sostenerle.

Quindi, cosa puoi fare?

Trovare una tribù di persone che detengono valori simili ai vostri, sia di persona che online.

E siate più simili ai canguri!

Dott.ssa Ostetrica Sara Notarantonio

Vuoi ricevere interessanti suggerimenti sulla cura del tuo bambino?
  
Proseguendo, confermo di accettare i termini di utilizzo e il trattamento dei miei dati di Periodo Fertile.
Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Ostetrica Sara Notarantonio

Mi sono laureata presso la facoltà di Ostetricia dell’ospedale dell’Aquila con la tesi “L’ecografia in gravidanza” con il voto di 110 e lode.
Mi occupo di gravidanza, nascita, puerperio, allattamento e puericultura promuovendo la consapevolezza, la scelta informata, Il Maternage, la tutela del benessere materno – infantile e il diritto alla nascita indisturbata.