Letture per mamme: Chi è la più cattiva del reame? Figlie, madri e matrigne nelle nuove famiglie

 

Quello che vi propongo oggi non è una lettura qualunque nè un libro leggero, ma un testo denso di contenuti e spunti, scritto da Laura Pigozzi che si occupa di  del rapporto tra psicoanalisi e modernità, con particolare riferimento al mondo femminile. E’ docente di canto e di psicoanalisi della voce. Conduce corsi sulla voce in gravidanza presso l’ospedale S.Paolo di Milano e corsi di musicalità prosodica per manager, attori e speaker. Ha fondato anche  il Non Coro.

L’ultimo suo libro si intitola Chi è la più cattiva del reame? – Figlie, madri e matrigne nelle nuove famiglie Edizioni et.al.

Nel testo Laura affronta il tema di coloro che una volta venivano chiamate con l’orribile nome di “matrigne” e che ora vengono indicate come le “fidanzate di papà”.

Come cambiano gli scenari quando  nei nuclei famigliari oltre alla mamma biologica, c’è un’altra figura femminile investita del ruolo materno?

Chi è la più cattiva del reame?

Se la matrigna delle favole, come insegna la psicoanalisi, non è altro che la parte oscura e minacciosa della madre, la nuova figura di matrigna sembra piuttosto occupare una posizione più simbolica e meno simbiotica di quella materna. Anche per questo cambiano i ruoli dei protagonisti del romanzo famigliare, ormai allargato. Ed è urgente cercare di capire i nuovi scenari, anche perché le famiglie multiple sono tutt’altro che marginali.”

Ciao, posso accompagnarti nei primi mesi del tuo piccolo?
Mese per mese tante piccole notizie ed idee per stare bene con il piccolo e tutta la famiglia. Elena.
  
Proseguendo, confermo di accettare i termini di utilizzo e il trattamento dei miei dati di Periodo Fertile.

Il libro insomma vuole esplorare grazie agli strumenti della psicanalisi, la natura dei legami delle famiglie moderne e nuove.  Laura lo fa grazie a una buona dose di intelligenza ed empatia riuscendo a rendere comprensibili anche le situazioni più aggrovigliate.

Lo trovi su Amazon (controlla il prezzo).



Lascia un commento

1 Commento