Racconti della prima poppata

In questi giorni Mellin, ha lanciato una nuova bellissima iniziativa per festeggiare tutte le mamme e le loro storie: Mellin Cuore di Mamma.

Tutte noi mamme siamo invitate a raccontare e condividere le nostre esperienze di maternità. In particolare, con  Periodo Fertile per alcune settimane parleremo  della prima volta che abbiamo allattato  i nostri figli: la prima poppata, il primo contatto con il nostro piccolo, un momento che nessuno di noi può dimenticare.

Ecco tutte le vostre storie:

Mese per mese tante piccole notizie ed idee per stare bene con il piccolo e tutta la famiglia. In regalo il manuale dello svezzamento di Madegus!
  
Proseguendo, confermo di accettare i termini di utilizzo e il trattamento dei miei dati di Periodo Fertile.

Anch’io voglio ricordare con voi!

Eccoti! Sei qui, attaccata al mio seno. Dopo ore interminabili di travaglio, dopo un parto difficile ma soprattutto dopo 9 lunghissimi mesi passati ad immaginare questo nostro primo contatto, tu sei qui.

Ho letto ogni articolo sull’allattamento, mi sono informata su ogni sito, blog e giornali di maternità ma chissà perchè in questo momento la teoria passa in secondo piano e l’alchimia che ci lega rende questo momento spontaneo e libero da ogni schema.

Tutte le domande che mi ero posta in gravidanza ora potranno avere una risposta: “La attaccherò bene?” “Ciuccerà in modo corretto?” “Ogni quanto dovrò darle da mangiare?” “Ce la farò?”  “Ce la faremo?”.

Quel momento è arrivato. Il nostro primo vero contatto fuori dalla pancia.

Pare proprio che tu piccola mia abbia già capito come si fa. L’istinto e la mira non ti mancano e io vorrei che il latte fosse già “pronto”.

Ma per due giorni non posso fare altro che aspettare la montata lattea per soddisfare il tuo bisogno di mamma e di latte.

Vicino a me c’è ‘ostetrica che mi aiuta e mi mostra la posizione corretta. La tua testolina, la tua piccola bocca, tutto il tuo corpicino a contatto col mio.

Il dolore della montata e il letto completamente bagnato, questi i ricordi vivi del nostro “inizio”.

Mi rendo conto che il mio corpo è praticamente “fatto” per questo, per darti la vita sotto ogni forma. Ti ho custodita gelosamente nel mio grembo e ora dipendi totalmente dalle mie cure…e dal mio seno.

Il nostro rapporto è semplice: tu chiedi e io rispondo! E devo dire che sai benissimo come chiedere! Ti guardo innamorata e timorosa di sbagliare qualcosa. Ma tu conosci già tutto, sai benissimo come sfamarti e quando è il momento di fermarti.

E’ faticoso? Sì.

E’ doloroso? A volte.

Ma tornerei indietro nel tempo 1000 volte per rivivere quel primo contatto, per provare le stesse sensazioni, per darti quella protezione che richiedi.

Il mio corpo ti contiene, ti culla e ti sfama.

Siamo state fortunate, l’avvio dell’allattamento non ha presentato complicazioni nonostante le difficoltà del parto e del post parto.

Col tempo i miei timori svaniscono, tu hai deciso tutto: tempi, luoghi, durate e pause. Hai deciso anche quante energie prendere, cioè tutte quelle disponibili! Tra una poppata e l’altra dormo sfinita al tuo fianco, ricarichiamo le batterie per il prossimo giro.

 L’invito  che ora vi rivolgo è quello di scrivere anche voi  la vostra esperienza raccontando le vostre emozioni ma anche le vostre paure e incertezze, perché ogni storia è diversa e unica. Potete farlo dal 27 aprile al 15 luglio e per ogni racconto  pubblicato su MellinCuorediMamma.it,  Mellin devolverà 1 Euro alla Fondazione Magica Cleme Onlus. La Fondazione collabora con l’Ospedale San Gerardo di Monza e con l’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano per offrire ai bambini che sono in cura in queste strutture ma anche ai loro famigliari, momenti di intrattenimento e di divertimento al di fuori delle mura degli ospedali.

Ogni settimana sceglierò  tra le storie inviate su MellinCuorediMamma e che hanno come soggetto la prima poppata,  quelle che più mi hanno colpito e le commenterò insieme a voi pubblicandole  su Periodo Fertile.
A presto!

 Francesca Calori

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!