La prima poppata: i racconti della settimana

Sponsorizzato

Ben ritrovate a tutte!

Questa settimana siete state in tante a scrivere e scegliere solo 2 racconti è stato davvero difficile perchè avete così tanto da dire che mi piacerebbe parlare con ognuna di voi.

Tutte le volte che apro un vostro scritto so già che in un modo o nell’altro mi farete emozionare, perchè l’allattamento tocca delle corde che solo una madre possiede e perchè ogni esperienza porta con sè un lato emotivo (in positivo e anche in negativo purtroppo) ma anche uno comico e divertente perchè noi mamme sappiamo mettere in atto meccanismi difensivi che nemmeno pensavamo di avere prima della gravidanza e che nel corso dei 9 mesi si sono “raffinati”, fino a sfociare nel più forte istinto di protezione verso il nostro cucciolo.

Ringrazio quindi Lory, Samanta, Eva, Elena Mara, Francesca, Natascia, Irene, Katia, Roberta e Laura, quante storie diverse e quante parole dolci nei confronti delle vostre piccole sanguisughe assatanate di latte!  🙂

Mese per mese tante piccole notizie ed idee per stare bene con il piccolo e tutta la famiglia. In regalo il manuale dello svezzamento di Madegus!
  
Proseguendo, confermo di accettare i termini di utilizzo e il trattamento dei miei dati di Periodo Fertile.

Ebbene sì, diciamolo! Ma quanto hanno foga quei piccoli esserini? Quanta energia? Quanta voglia di vivere? Così piccoli ma così energici e vogliosi di nuove scoperte a ogni battere di ciglio.

Su www.mellincuoredimamma.it arrivano una dopo l’altra le vostre storie, le leggo attentamente e con mio grande stupore noto che tutte avete parlato dei 5 sensi.

Avete fatto assaporare il gusto del vostro latte, avete annusato odori e profumi indimenticabili, avete “ascoltato il suono della poppata”, avete accarezzato, avete visto la vostra gioia più grande venire al mondo e attaccarsi al vostro corpo. Il tutto con i tempi di quell’esserino che avete messo al mondo e che fino a poco tempo prima abitava il vostro grembo e che vi ha stupito con la sua capacità di adattarsi al mondo nuovo.

Mi è piaciuta molto la storia di Irene e del suo piccolo frettoloso di venire alla luce. Una bella testimonianza di un allattamento a un bimbo prematuro che però era ben determinato a farsi comprendere.

Qui c’è un pò di tutto, la fatica del piccolo ad attaccarsi, una mamma che si sente impotente, le 1000 paure, l’incubo dei millilitri nel tiralatte.

Ma poi ECCOLO! Il sapore del latte della mamma! Il suo odore! E la pancia piena del tuo cucciolo che forse all’inizio era un pò confuso ma che poi ha recuperato alla grandissima!

Sei stata determinata e forte cara Irene e quel tuo senso di invincibilità te lo sei sudato e guadagnato tutto!

E bravissimo al tuo bimbo che sa dare lezioni di Vita a tutti noi, così piccolo ma così forte e caparbio.

L’istinto di sopravvivenza di questi neonati non smetterà mai di stupirmi. Sanno benissimo come si viene al mondo, sanno farsi capire anche se non sanno ancora pronunciare parola, arrivano ad ottenere sempre il soddisfacimento dei loro bisogni mandando nel caos più totale anche la mamma più esperta e tranquilla.

Grazie tante per le tue parole e per la dimostrazione che si possono allattare anche i bimbi che hanno avuto fretta di conoscere il mondo se si hanno idee chiare e un po’ di testardaggine.

Laura ha fatto quello che ogni mamma fa quando vede per la prima volta suo figlio…gli ha contato dita di mani e piedi! Lo abbiamo fatto tutte, ammettiamolo! E anche chi mamma non lo è ancora diventata, lo farà…ah se lo farà!

Ti sei preoccupata per tutti quegli stimoli troppo forti che arrivavano al tuo bambino, l’aria, la luce e lui con gli occhietti ancora “appannati” che  sapeva benissimo dove era la sua fonte di coccole e nutrimento.

Scrivi: “Le tue minuscole labbra sanno da sole cosa fare e io ti lascio libero di seguire il tuo istinto”, come commentavo la scorsa settimana anche qui si ripresenta questo meraviglioso concetto dell’istinto e della capacità del bambino di sapere esattamente cosa fare, con i suoi tempi, coi suoi modi così ancestrali ma tanto efficaci! Fantastico!

Storia dopo storia mi domando…Chissà come la racconterebbero i nostri bambini la loro prima poppata. Chissà quali parole e colori userebbero per dipingere le loro mamme. Chissà se anche loro nel pancione si sono fatti 1000 domande o se già conoscevano tutte le risposte!

Poi immagino tutte le mamme che stanno condividendo con me e con tutte le lettrici di Periodo Fertile e www.mellincuoredimamma.it  e che con le loro parole stanno donando un sorriso ai bimbi malati.

Fino al 15 Luglio per ogni racconto pubblicato su www.mellincuoredimamma.it Mellin devolverà 1 euro alla Fondazione Magica Cleme Onlus che collabora con l’Ospedale San Gerardo di Monza e con l’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano per offrire ai bambini che sono in cura e ai loro famigliari momenti di intrattenimento e di divertimento al di fuori delle mura degli ospedali.

Vi ricordo inoltre che da qualche giorno è attiva la pagina Facebook: http://www.facebook.com/mellin alla quale potete inviare i vostri racconti!

Non sto qui a spiegarvi perchè mi sembra un ottimo motivo per cui raccontarci un po’ di voi e del primo contatto con la creatura che avete immaginato per 9 lunghissimi mesi (chi più, chi meno!).

Aspetto numerosi racconti!

Alla Prossima.

 

 

 

 

 

 

 

 

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!