Come fare foto all’aperto

Oggi parliamo di foto all’aperto! Finalmente qualcosa che potete fare davvero tutte quante, che non necessita di studio fotografico, luci, ecc, ecc…

Quindi essendo alla portata di tutte voi, dobbiamo proprio sbizzarrirci.

La parola d’ordine qui è FANTASIA. L’unico elemento che possiamo sfruttare è l’ambiente e quindi dobbiamo assolutamente valorizzarlo.

Il fattore principale da considerare è LA LUCE.

Ci sono due momenti della giornata dove fare le foto è assolutamente consigliato, si tratta di due intervalli di circa un’ora che costituiscono le cosiddette golden hour: la prima va da circa 40 minuti prima e 40 minuti dopo l’alba, la seconda lo stesso, ma a ridosso del tramonto.

In questi due intervalli la luce è sicuramente tale da dare atmosfera alla fotografia.

Certo fotografare bambini all’alba direi che sia leggermente problematico…quindi direi che possiamo sfruttare la luce del tramonto, o accontentarci della luce del mattino in generale.

Adesso vediamo una foto al tramonto. In questo caso è vero che la location dei Caraibi mi aiutava tantissimo, ma ho approfittato del tramonto sul mare per fare questa silhouette a mio figlio che esprimeva tutta la gioia di trovarsi al mare in pieno periodo invernale!!

Per fare una foto così, ricordatevi di mettere a fuoco sulla luce e non sul soggetto!!

Come vedete la sorgente luminosa è alle spalle del soggetto e puntando su di essa il vostro protagonista verrà in silhouette. Se disponete di una reflex, ricordatevi di sottoesporre.

Restiamo al mare, ma mettiamo avanti le lancette fino alle ore del giorno. Questa foto è stata fatta di mattina, abbastanza presto, verso le 8.30-9-00. L’alba c’era già stata da un pezzo, ma come potrete ben capire, a quell’ora i bimbi dormivano di lusso e quindi era impossibile scattare!

Quindi, dato che i loro gesti, movimenti, atteggiamenti, non si possono prevedere, bisogna scattare quando succede qualcosa, e soprattutto quando sono loro a deciderlo.

Anche io non so quanti scatti ho dovuto cestinare prima di trovare quello che potesse soddisfarmi a dovere, comunque non bisogna demordere.

Qui Alessandro stava giocando con la sabbia e con quelle mani cicciottelle non ho potuto resistere.

Ho impostato la reflex in priorità di tempi, e con un bel tempo veloce (la luce essendo molta me lo permetteva) ho immortalato la sabbia che volava dalle sue mani.

Trattandosi di esterni e soprattutto di giorno, ricordatevi di tenere gli ISO bassi, dato che la luce è già abbastanza, altrimenti rischiate di  bruciare la foto.

Ora spostiamoci dal mare alla campagna.

O meglio, più che campagna questa è una via dietro casa mia, in piena Roma!

Incredibile ma è così. Come volevasi dimostrare, a volte basta guardarsi intorno per scovare posti interessanti dove scattare bellissime foto.

Ferma ad un semaforo ho visto questo prato nascosto, e così ci sono tornata con la mamma di questa splendida bimba. Abbiamo scavalcato il guardrail e … Foto realizzate!!!

In situazioni come queste è facilissimo fare delle foto, i bambini sono attratti dai fiori e sicuramente danno il meglio di loro in quanto ad espressioni e movimenti.

Teniamoci sempre bassi, all’altezza del  bambino, se non addirittura sotto la linea di orizzonte dei loro occhi, in modo da immortalare anche i fiori nella loro totalità!

Per ultima, ma non per questo meno importante, passiamo alla fotografia di maternità.

Questa mamma, che dopo questa sessione fotografica è diventata anche una mia amica, si è prestata per un servizio di gravidanza all’aperto in un parco di Roma, sicuramente in un orario ottimale per le foto e anche particolare come location. Racchiude dai campi incolti ai resti dell’antica Roma, uno scenario meraviglioso.

E’ bastato un paio di jeans e una camicia bianca per rendere questa mamma semplicemente meravigliosa!

Dimostrazione del fatto che a volte basta poco per fare belle foto! Fondamentalmente basta non farle a casaccio e organizzare un bello shooting in un preciso momento e dopo aver raggruppato qualche idea.

Adesso vi lascio ai vostri scatti e mi raccomando SCATTATE SCATTATE SCATTATE!

Buona luce amiche mie!

 

Torna all’indice delle lezioni