Per te » A tutti i nonni, sempre e comunque

A tutti i nonni, sempre e comunque

Tanti auguri a tutti i nonni: a quelli che ci sono tutti i giorni, a quelli che farebbero carte false per esserci e sono lontani, e a quelli che non ci sono più.
festa dei nonni

C’è chi dice che l’Italia è una repubblica fondata sui nonni, e con grande probabilità afferma una grande verità.
In un paese a crescita zero come il nostro, in cui diventare genitori è un’ impresa ardua e coraggiosa, in cui per una donna le due linee del test di gravidanza positivo non demarcano solo l’inizio di una nuova vita, ma spesso la fine di una vita lavorativa soddisfacente, avere vicino i nonni è una risorsa a dir poco preziosa.

Pubblicità

Preziosa perché i nonni presenti saranno ricordi indelebili nella memoria dei nostri figli, preziosa perché la più amorevole delle baby-sitter difficilmente avrà il coinvolgimento emotivo di un nonno, preziosi perché rappresentano un collegamento importante tra generazioni, preziosi anche quando pronunciano qualche parola di troppo, perché quasi sicuramente è detta a fin di bene.

Preziosi perché spesso alla prima ecografia faticano a nascondere insieme al rimpianto del tempo che passa, lacrime di emozione

Preziosi quando hanno lo straordinario tatto di vederci sognare e non fare nulla per sciupare i nostri sogni, sapendo perfettamente che la realtà non sarà sempre come l’avevamo immaginata.

Preziosi quando dopo il parto sanno che fare posto a una nuova vita è un passaggio che per una coppia spesso comporta dolore, e ci riportano a una nuova dimensione con equilibrio ed esperienza.

Chi non li ha più, o non ha l’immenso privilegio di condividere con loro la crescita dei bambini, sa che non sono figure da dare per scontate.

Eppure, basta osservare molti gruppi di genitori sul Web, per rendersi conto che forse troppo spesso il loro contributo non è percepito come una condivisione appagante, ma come un dato di fatto e peggio ancora come un dovere, quando un dovere non è.

Molto spesso diamo per scontato troppo di quanto riceviamo, e il loro aiuto non diventa un supporto alla nostra quotidianità, ma l’ultima ancora alla nostra vita di prima, senza renderci conto che la riorganizzazione della nostra nuova famiglia non può e non deve pesare su chi nel bene e nel male ha già fatto il suo nel crescere i propri figli e ha tutto il diritto di gestire la propria quotidianità come crede: in poche parole, avere i nonni disponibili non significa rimanere figli in eterno.

Significa condividere nuove gioie e responsabilità, grati dell’aiuto che ci viene dato ma tenendo presente che i protagonisti rimaniamo noi perché è così che deve essere.

E quindi, tanti auguri a tutti i nonni!

Auguri a quelli che ci sono tutti i giorni, a quelli che farebbero carte false per esserci e sono lontani, e a quelli che non ci sono più. E tutte le volte le ci fanno innervosire, perché ci fanno sentire giudicati, perché fanno un po’ di testa loro, o per quella merendina che ha rovinato la cena.Non dimentichiamo che un giorno, se saremo fortunati, saremo noi dall’altra parte. E probabilmente sorrideremo di tante discussioni, ricordando con nostalgia quei giorni felici.

Buona festa dei nonni!

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!
Hai un dubbio da chiarire (anche in forma anomina) o una esperienza da raccontare? Vieni a parlare con noi, ti stiamo aspettiamo!💬 Vai al forum

Valentina Desario

Spirito libero, da sempre. Appassionata di sceneggiatura, sociologia e letteratura. Copywriter, redattrice, divoratrice di libri, sognatrice con i piedi per terra. Da qualche mese totalmente stravolta dall’arrivo di un paio di occhi più limpidi dell’acqua.