Nicola Caretta, andrologo

Gentile Lettore,

Mi chiamo Nicola Caretta sono un medico che ha deciso di dedicare parte della sua attività professionale ad aiutare uomini con problemi di fertilità ad avere un figlio.

Mi sono Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Padova nel 1996 e in quell’anno ho cominciato a frequentare la Clinica Medica III dove quotidianamente si affrontavano pazienti con problematiche internistiche ed endocrinologiche. Osservando che molte di queste patologie potevano determinare alterazioni nella vita sessuale e riproduttiva dei miei pazienti, dopo essermi specializzato in Geriatria nell’anno 2000, ho approfondito i miei studi in ambito andrologico conseguendo il diploma di Dottore di Ricerca in Farmacologia e Tossicologia e il diploma di Master universitario di 2° livello in Andrologia presso l’Università degli Studi di Padova.

Dal Giugno 2001 svolgo regolare attività ambulatoriale di diagnostica Ecografica ed EcoColorDoppler in ambito andrologico, endocrinologico, internistico e vascolare, presso il Servizio di Fisiopatologia della Riproduzione Umana dell’ Azienda Ospedale di Padova. Tale attività mi ha permesso di sviluppare un’ ampia esperienza nel diagnosticare patologie con diversi risvolti in ambito andrologico (criptorchidismo, varicocele, tumori del testicolo, traumi e torsioni testicolari, infezioni del tratto riproduttivo, cause iatrogene, patologie endocrine, genetiche e sistemiche quali diabete, sindrome metabolica, distiroidismi etc), di pubblicare vari studi su riviste internazionali e di essere invitato in qualità di relatore in diversi convegni.

Nel corso di questi anni ho inoltre cercato di raffinare la mia capacità di diagnostica ecografica frequentando diversi corsi di perfezionamento in diagnostica vascolare, ecografia tiroidea e prostatica che mi ha portato ad eseguire più di 2000 esami diagnostici all’anno.

Ritengo quindi di essere un professionista che si occupa del paziente infertile a 360 gradi cercando di individuare e risolvere, quando possibile, patologie correlate all’infertilità maschile e accompagnando le coppie nel loro percorso alle ricerca del tanto desiderato figlio.

Visita il mio curriculum completo al link

https://poliambulatorisangaetano.it/

Sito web personale
https://sites.google.com/site/studiomedicodrcaretta/CHI-SONO

Vuoi fare una domanda ?

Invia una domanda al Dott. Nicola Caretta

In collaborazione con il Poliambulatorio San Gaetano  Thiene (VI)

Domanda ricorrente:

  • Quando si deve avere l’ultimo rapporto prima dello spermiogramma?
    L’esame del liquido seminale deve essere eseguito con 3-5 giorni di astinenza da rapporti sessuali.

Articoli o risposte pubblicati su PeriodoFertile

Farmaci anti infiammatori e antidolorifici e infertilità maschile

L’uso prolungato di farmaci anti-infiammatori ed anti-dolorifici può creare i fertilità maschile? Mio marito assume questi farmaci da circa 15 anni. il primo figlio però è arrivato subito con un solo rapporto e questo è avvenuto 5 anni fa. Grazie per la risposta Gent.ma lettrice,  se suo marito è in trattamento con FANS non dovrebbero esserci problemi di influenza […]

Continua...


Vitalità spermatozoi in caso di astinenza prolungata o rapporti troppo ravvicinati

Di seguito alcune delle domande più comuni rivolte all’andrologo Dott, Caretta: e le risposte in merito: 1. Un liquido seminale  può essere fecondante anche dopo più di 10 giorni di astensione da rapporti sessuali? Dopo due rapporti ravvicinati, ha capacità fecondanti maggiori ?O mantiene le stesse capacità? Un liquido seminale dopo dieci giorni di astensione da rapporti […]

Continua...


Astenozoospermia e gravidanza. Risponde l’andrologo

Gentilissimo Dottore, Ho appena ritirato gli esiti del secondo spermiogramma di mio marito. Dal primo risulta una astenozoospermia di grado moderato. In quest’ultimo referto la motilità dopo 2 ore e’: veloce e’ al 16%, la motilità lenta al 13% e la discinetica al 25% e gli immobili al 45. Insomma con questo valori abbiamo ancora […]

Continua...


Una infezione da Clamidia si può rilevare con uno spermiogramma ?

Gent.mo dott. Caretta, Un’ infezione da clamidia può essere diagnosticata dai parametri del liquido seminale? Grazie Caro lettore, sul liquido seminale si possono rilevare segni indiretti di infezione (Es. alterazione della liquefazione, presenza di leucociti e/o GR etc), tuttavia per avere la certezza di un’infezione da Clamidia (Chlamydia trachomatis) deve essere eseguita una spermiocoltura con ricerca di […]

Continua...


Oligozoospermia e IUI: risponde l’andrologo

Salve dottore, secondo Lei si può fare una IUI con questo spermiogramma? Numero spermatozoi 5.600.000, a+b di motilità 43%. Grazie per un suo consiglio!! Gent.ma lettrice,  per valutare la possibilità di eseguire una IUI il suo compagno dovrebbe fare un test di selezione spermatica, se ci sono più di 2 milioni di spermatozoi mobili progressivi con tipici>4% si […]

Continua...


L’obesità o il sovrappeso possono interferire con la fertilità maschile? Risponde l’andrologo

Salve dottore, io e mia moglie abbiamo deciso di avere un secondo bambino. Io ho quasi 26anni  e mia moglie 24. Al primo tentativo lei è rimasta incinta, ma si è rivelata una gravidanza biochimica. Lei ha cicli regolari con ovulazione accertata da stick. Siamo ormai all’ ottavo tentativo, io soffro di ipertensione e peso 125kg. N consegue anche […]

Continua...


Dopo quanti giorni di astinenza gli spermatozoi perdono di qualità? Risponde l’andrologo

Buongiorno  dottore, volevo porle una domanda: dopo quanti giorni di astinenza gli spermatozoi diventano “inefficaci” nell’uomo? Se abbiamo un rapporto dopo 4-6 giorni di astinenza saranno efficaci ai fini della fecondazione?? mio marito sta seguendo una cura perché lo spermiogramma ha indicato un numero ridotto di spermatozoi, erano circa un terzo del normale. Sono quasi 2 anni che tentiamo e […]

Continua...


Quando lo spermiogramma non da buoni risultati: risponde l’andrologo

Buongiorno dott. Caretta, siamo sposati da un anno e mezzo e da 13 mesi cerchiamo un bambino ma non arriva: io ho fatto tutti gli esami ed è  tutto ok mentre a mio marito l’urologo dopo l’ecografia e la ripetizione dello spermiogramma gli ha prescritto l’assunzione x 4 mesi di p****in bustine causa spermatozoi lenti e deboli, e […]

Continua...


Fumo e antidepressivi come influiscono sulla fertilità maschile? Risponde l’andrologo

Buonasera dottore, volevo chiederle quanto può incidere la venlafaxina con la fertilità di un uomo. Mio marito è da qualche anno  che fa uso di questo medicinale a causa di attacchi di panico. E’ anche fumatore (circa 20 sigarette al dì). Quante sono le probabilità di restare incinta? Gent.ma lettrice, per quanto concerne la venlafaxina esiste un case report del […]

Continua...


Impotenza e obesità: il parere dell’andrologo

A causa assunzione pillola pressione per ipertensione soffro di impotenza. Il problema  è  che desideriamo un figlio. Premetto che sono obeso e ho 38 anni. Cosa mi consiglia? Gent.mo lettore, la difficoltà ad ottenere l’erezione può essere un campanello d’allarme di varie patologie concomitanti. Mi ha detto che è obeso e questa è una condizione che […]

Continua...


Varicocele e fertilità maschile: risponde l’andrologo

Io e mio marito siamo in cerca della cicogna da qualche mese e vista la mia età, 37 anni, è abbastanza normale che la cicogna non sia arrivata al primo tentativo, quindi aspettiamo serenamente che arrivi senza troppa fretta. Mio marito qualche anno fa ha fatto l’intervento al varicocele (che purtroppo ha trascurato diversi anni per dedicarsi al lavoro!!!) […]

Continua...