Vacanze pasquali e ponti con i bambini, i consigli dei pediatri della SIPPS

vacanze pasquali

Le vacanze pasquali rappresentano da sempre un momento di pausa in famiglia per energizzarsi prima di affrontare il  lungo periodo lavorativo, o scolastico, che precede le vacanze estive.

Quest’anno, per i bambini, ma fortunatamente anche per alcuni genitori,  le vacanze saranno particolarmente lunghe dato che, alle festività di Pasqua si unisce la pausa del ponte del 25 aprile.

Sarà un periodo sommerso di cioccolato e focacce, gioie e delizie per il palato, ma non il massimo dal punto di vista nutrizionale. Come gestire questi stimoli alimentari nel modo giusto quando si tratta di bambini?

La Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale, da sempre molto attenta su questi temi, propone alcuni utilissimi consigli per vivere le feste non solo in modo sereno ma anche cercando di trassmettere al bambino importanti messaggi educativi  in tema di alimentazione, organizzazione del tempo e sicurezza dentro e fuori le mura domestiche.

Mese per mese tante piccole notizie ed idee per stare bene con il piccolo e tutta la famiglia. In regalo il manuale dello svezzamento di Madegus!
  
Proseguendo, confermo di accettare i termini di utilizzo e il trattamento dei miei dati di Periodo Fertile.

“Il periodo pasquale ­– dichiara il Dottor Giuseppe Di Mauro, Presidente SIPPSè un’occasione di riposo, ritrovo e svago ma può e deve essere anche spunto di buoni propositi. È giusto, per esempio, che ci siano i momenti esuberanti, di gioco e distrazione, ma nel rispetto delle esigenze dei piccoli, che, per esempio, hanno il proprio bisogno fisiologico di sonno e non devono essere esposti a stimoli sonori dannosi”.

Qualche trasgressione dopo i 15-18 mesi può essere concessa – prosegue il Dott. Di Mauro – ma non dimentichiamo che l’organismo del bambino ha bisogno di regolarità. Al bando, quindi, la monotonia e gli eccessi di ogni genere: cerchiamo di trovare e mantenere sempre una giusta mediazione, evitando di lasciare a sua immediata disposizione cioccolato, colomba e altri dolciumi. Sulle tavole imbandite diamo un giusto risalto alla frutta, più ricca e variegata in primavera, che apporta sempre un tocco di colore e allegria, e, pur nel rispetto delle tradizioni regionali, cerchiamo di non far mancare ai bambini un giusto apporto di fibre, vitamine e sali minerali. Non dimentichiamo che molti bambini, ogni anno, giungono in pronto soccorso per pasticci e abbuffate o, se si preferisce, per la classica “indigestione”.

Ricordiamo che l’influenza è in calo – aggiunge il Dott. Piercarlo Salari, pediatra responsabile del Gruppo di lavoro per il sostegno alla genitorialità della SIPPSma non è ancora del tutto passata e che sono in circolazione molti virus che danno luogo a sintomi simili, con i quali talvolta si possono embricare e confondere episodi allergici. L’instabilità meteorologica, con improvvisi sbalzi di temperatura, può rappresentare un’insidia e favorire l’insorgenza di irritazioni delle alte vie aeree”.

Quale dovrà essere pertanto la parola d’ordine di queste vacanze?

Diversificare! Non solo in tema di attività ma anche a tavola proponendo frutta e verdura di stagione, piatti sani e diversificati, non solo per coprire tutte le esigenze nutrizionali del bambino, ma anche per stimolare l’appetito dal punto di vista dei profumi e della varietà dei colori.

Proponete attività diverse da fare nel corso della giornata. Se i bambini vanno a scuola,  una parte del tempo dovrà essere dedicata all’esecuzione dei compiti;  magari al mattino, per avere tutto il pomeriggio libero da impegnare in giochi e gite all’aria aperta o semplicemente per giocare in giardino o al parco.

Un giusto assetto delle giornate – spiega il dott. Salari –  “consente di sbrigare con gradualità anche gli impegni meno piacevoli, apprezzando così tutti i momenti ed evitando l’acquisizione di abitudini difficili e non meno faticose da correggere”.

I consigli della SIPPS per le vacanze di Pasqua

Un tema molto importante,  e spesso sottovalutato riguarda i giocattoli, quelli abbinati o contenuti nelle uova di Pasqua.  Cercate sempre di acquistare giochi a marchio CE, quindi certificati e sicuri. Come pure il cioccolato che deve essere di qualità

Per le prime uscite in bici e all’aria aperta attenzione alla sicurezza. I bambini devono sempre indossare il caschetto protettivo quando sono sulle bici. Anche i seggiolini delle biciclette vanno scelti attentamente in modo che il bambino sia legato in modo sicuro.

Il caschetto andrebbe fatto usare anche se utilizzano pattini e monopattoni, assieme alle protezioni per gomiti e ginocchia.

I bambini sono fortemente attratti da giochi elettonici, videogiochi, telefoni e TV.  La SIPPS raccomanda un  paio d’ore trascorse ogni giorno all’aria aperta, condizioni metereologiche permettendo, per ritrovarsi a giocare con i cotanei, evitando così di diventare schiavi di divani e schermi piatti.

Quando la famiglia si ritrova a casa insieme, per le feste, spesso si scatenao tensioni. La SIPPS ricorda che  lo stato d’animo dei genitori influenza quello dell’intero nucleo familiare.  È pertanto  fondamentale che i genitori evitino di discutere di fronte ai propri bambini e colgano le vacanze come un momento di convivialità e di unione rispettosa di tutti i componenti della famiglia.

Fonte

Comunicato Stampa SIPPS