Seggiolini antiabbandono: obbligatori per legge dal 2019

Troppi i bambini che hanno perso la vita in auto negli utlimi anni. Dal 2019 saranno obbligatori seggiolini auto con dispositivi antiabbandono.

È infatti passata sia alla Camera che al Senato  la proposta di legge del Ministro dei Trasporti Danilo Toninelli che va a modificare l’articolo 172 del Codice della Strada.

L’obbligatorietà dei dispositivi riguarda il trasporto in auto di bambini con età inferiore ai 4 anni (sono esclusi pertanto pulmini e pullman).

Principali sanzioni

La sanzione a cui si andà incontro in mancanza di tale sistemi :

  • da 81 euro  a 326 euro di multa
  • perdita di 5 punti della patente
  • in caso di recidive, è prevista la sospensioen della patente dai 15 giorni a 2 mesi.

seggiolini antiabbandono

Agevolazioni per l’acquisto?

Nel test della legge si prevedono incentivi e  agevolazioni fiscali per l’acquisto di tali dispositivi di allarme ma ne avremo la certezza  solo dalla prossima Legge di Bilancio. L’idea è disporre di  detrazioni  fno a 200 euro ma dobbiamo attendere per conferme in tal senso.

Entrata in vigore dell’obbligatorietà

La norma dovrebbe entrare in vigore da gennaio 2019 ma dato che rimangono ancora da definire le specifiche dei seggiolini con i sensori e dei dispositivi aggiuntivi,  presumibilmente l’obbigatorietà di disporre di dispositivi antiabbandono o di seggiolini antiabbandono che abbiano il sensore integrato, scatterà dslla prossima estate (luglio 2019).

I dispositivi antiabbandono

Attualmente sul mercato sono giù presenti dispotivi antiabbandono che si possono collegare al seggiolino. Il primo ad essere introdotto in italia è stato Remmy, di cui abbiamo già avuto modo di parlare più volte sul nostro sito.

Sono in commercio anche seggiolini che presentano già il sensore integrato al momento della loro vendita. Chicco ad esempio propone seggiolini con il sistema Bebècare, primo sistema in Europa che, attraverso sensori integrati nel seggiolino, avvisa della presenza del bambino in auto, grazie all’apposita APP.

È questa la soluzione giusta?

Sicuramente è una toppa utile, ma che va a ricucire un problema a monte che riguarda una frenesia di vita e lavorativa che spesso manda in tilt i genitori che arrivano ahimè a compiere dimenticanze che mai avrebbero immaginato.

Lascia un commento

2 Commenti