Obbligo sistemi antiabbandono in auto con bambini fino ai 4 anni: dal 6 marzo 2020 scattano le sanzioni

In collaborazione con automobile.it

Dal 6 marzo 2020  chi trasporta in auto bambini di età inferiore ai 4 anni dovrà essere dotato di sistemi antiabbandono altrimenti scatteranno immediate sanzioni.

sistemi antiabbandono

A partire dal 6 marzo quindi chi violerà questa normativa sarà soggetto a una multa che andrà dagli 81 euro a 326 euro (se si esegue il pagamento entro 5 giorni scende  rispettivamente  a 58 e 100) a 56,70 euro ) e verranno decurtati  5 punti dalla patente.

Per chi  è recidivo e cioè se si commettono due infrazioni in 2 anni scatta la sospensione della patente da 15 gg a 2 mesi.

Per approfondire trovate le risposte alle varie domande sul sito del Ministero delle Infrastrutture: http://www.mit.gov.it/comunicazione/news/seggiolini-antiabbandono

Mese per mese tante piccole notizie ed idee per stare bene con il piccolo e tutta la famiglia. In regalo il manuale dello svezzamento di Madegus!
  
Proseguendo, confermo di accettare i termini di utilizzo e il trattamento dei miei dati di Periodo Fertile.

La richiesta del bonus per i sistemi antiabbandono

E’ previsto un rimborso di 30 euro per l’acquisto. 

Il rimborso va chiesto sul sito predisposto dal Ministero: http://bonusseggiolini.it/

Potete registrarvi con le credenziali del Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID).

Una volta fatta richiesta potete stilizzarlo per l’acquisto dei sistemi antiabbandono presso uno dei negozianti che sono presenti nella piattaforma .

Se avevate già acquistato in precedenza il dispositivo, è possibile chiedere un rimborso ( avete tempo 60 giorni a partire dal 20 febbraio). Dovete essere  in possesso dello scontrino fiscale o della fattura di acquisto e i 30 euro verranno accreditati entro 15 giorni dalla richiesta sul sito.

Le specifiche tecniche dei sistemi antiabbandono

La Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli ha firmato i primi di ottobre 2019 il decreto attuativo dell’articolo 172 del Nuovo codice della strada per prevenire l’abbandono di bambini in auto.

L’obbligo sarà operativo non appena il decreto sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale.

Quali sono le caratteristiche dei seggiolini che tutti i genitori con bimbi con meno di 4 anni devono avere per trasportarli in auto?

ASAPS ha pubblicato il documento Ministeriale in cui sono elencate in dettaglio le specifiche tecniche:

II sistema antiabbandono può essere:

  • Integrato all’origine nel sistema di ritenuta per bambini; (in pratica si acquista un seggiolino che ha già integrato il sistema antiabbandono)
  • una dotazione di base o un accessorio del veicolo, compresi nel fascicolo di omologazione del veicolo stesso;
  • indipendente sia dal sistema di ritenuta per bambini sia dal veicolo ( un accessorio che si applica al seggiolino dopo il suo acquisto), Può essere quindi universale o adatto a una specifica marca di seggiolini auto.

Nell’allegato A del documento si leggono le caratteristiche in dettaglio di funzionamento dei dispositivi  in modo che possano essere a norma di legge:

a) II dispositivo antiabbandono deve segnalare l’abbandono di un bambino di età inferiore a 4 anni, sul veicolo sul quale è trasportato, da parte del conducente del veicolo stesso mediante l’attivazione di uno dei segnali di cui alla lettera d);

b) il dispositivo deve essere in grado di attivarsi automaticamente ad ogni utilizzo, senza ulteriori azioni da parte del conducente;

c) il dispositivo deve dare un segnale di conferma al conducente nel momento dell’avvenuta attivazione;

d)nel caso in cui il dispositivo rilevi la necessità di dare un segnale di allarme, quest’ultimo deve essere in grado di attirare l’attenzione del conducente tempestivamente attraverso appositi segnali visivi e acustici o visivi e aptici, percepibili all’interno o all’esterno del veicolo;

e) il dispositivo antiabbandono deve essere in grado di attivare il sistema di comunicazione indicato alla lettera g);

f) se alimentato da batteria, il dispositivo deve essere in grado di segnalare al conducente livelli bassi di carica rimanente;

g)i dispositivi antiabbandono possono essere dotati di un sistema di comunicazione automatico per l’invio, per mezzo delle reti di comunicazione mobile senza fili, di messaggi o chiamate.

Inoltre:

  • II dispositivo deve essere basato su sistemi elettronici con logiche di utilizzo o che utilizzano appositi sensori;
  • nell’interazione con il veicolo o con apposito sistema di ritenuta, il dispositivo non deve in alcun modo alterarne le caratteristiche di omologazione.

Se acquistate un dispositivo antiabbandono verificate sempre prima  che sia a norma di legge. Deve essere accompagnato dalla dichiarazione di conformità del fabbricante o del suo rappresentante autorizzato stabilito nell’Unione europea.
Chiedete sempre l’autocertificazione di conformità per tutelarvi nell’acquisto. O cercatela nel sito produttore.

Altre norme da rispettare

Grazie agli amici di automobile.it ricordiamo che:

 La normativa R129-02 ha subito delle modifiche, entrate in vigore nell’estate 2017, relative ai seggiolini destinati ai bambini a partire dai 125 cm di altezza.

Con la seconda fase di questa normativa i seggiolini auto per bambini da 100 a 150 cm di altezza potranno o meno essere dotati del sistema Isofix. I genitori avranno quindi la possibilità di scegliere la modalità di installazione che preferiscono, mentre, secondo la normativa 2017 ECE R44-04, i bambini fino a 125 cm dovranno obbligatoriamente essere protetti da un rialzo con schienale che consentirà una migliore disposizione della cintura sulle spalle del bambino.

Seggiolini auto: normativa Codice della Strada

Il Codice della Strada disciplina all’articolo 172 l’uso delle cinture di sicurezza e i sistemi di ritenuta per bambini.

Nello specifico, il comma 5 dispone che i bambini non possono essere trasportati utilizzando un seggiolino di sicurezza rivolto all’indietro su un sedile passeggeri protetto da airbag frontale, a meno che l’airbag medesimo non sia stato disattivato in maniera automatica.

Secondo il comma 6 tutti gli occupanti di età superiore a tre anni dei veicoli in circolazione delle categorie M2 ed M3 devono utilizzare, quando sono seduti, i sistemi di sicurezza di cui i veicoli stessi sono provvisti. I bambini devono essere assicurati con sistemi di ritenuta per bambini, eventualmente presenti sui veicoli delle categorie M2 e M3, solo se di tipo omologato, secondo quanto previsto al comma 1.

In caso di violazione delle norme sui seggiolini auto si potrà incorrere in una sanzione amministrativa pagando una somma da 80 euro a 323 euro.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!