Cosa deve indossare il bambino per andare all’asilo nido

Cosa deve indossare il bambino per andare all’asilo nido? Esiste un abbigliamento più adatto e da consigliare alle mamme? I bambini soprattutto quando sono molto piccoli devono essere liberi di muoversi per imparare, giocare e sperimentare. L’abbigliamento, soprattutto se parliamo di asilo nido, deve essere comodo e confortevole, costituito da capi facili da indossare e da togliere, con pochi bottoni e allacciature semplici. Un abbigliamento che permetta al bambino di muoversi liberamente, ma che sia di facile gestione anche per le insegnanti, soprattutto per il cambio pannolino. Un abbigliamento semplice permette al bambino di raggiungere fin da piccolo una certa autonomia nel mettersi e togliersi i vestiti, soprattutto nella fase dello spannolinamento che in molti casi ha inizio proprio all’asilo nido con il supporto delle insegnanti.

Perchè scegliere vestiti pratici

Un altro importante criterio di scelta per i vestiti per bambini adatti all’asilo nido è sicuramente la praticità nel lavaggio e che non richiedano particolari attenzioni nell’essere stirati. Avere a disposizione molti capi per il cambio può aiutare una mamma a gestire al meglio la situazione.

Perchè scegliere materiali naturali ed ecologici

La pelle di un bambino piccolo è molto delicata e per questo motivo è bene scegliere materiali naturali che non creino irritazioni, soprattutto se indossati fuori casa e per lungo tempo.  La qualità dei tessuti nella scelta dei vestiti da indossare all’asilo nido è fondamentale e dovrebbe sempre ricadere su materiali morbidi e naturali, che garantiscano la traspirazione e mantengano la giusta temperatura durante le attività quotidiane. Questi materiali devono accompagnare i bebè anche durante i loro dolci sogni. KIABI ha pensato ad un’imperdibile offerta dal 27 agosto al 9 settembre per la quale acquistando un pigiamino, il secondo costerà solo 1 €! Rigorosamente eco!

KIABI conosce bene l’attenzione delle mamme per i bebè e per la loro pelle delicata. L’intento è
quello di accompagnarle nelle fasi di crescita del loro bambino grazie allo sviluppo di linee di prodotti in fibre di cotone da agricoltura biologica o integrata.  Il cotone di agricoltura
bio è coltivato senza semi OGM con composti naturali in sostituzione di fertilizzanti chimici e
pesticidi. A riprova dell’impegno per il pianeta KIABI per ogni buono bebè aperto, sia in negozio che online fino al 31 dicembre 2021, pianterà un albero. KIABI, al fianco di Reforest’Action s’impegna in una mission ambientale ed etica che vuole bene al nostro pianeta. L’obiettivo intrapreso da KIABI Francia, Spagna e Italia è quello di piantare 500.000 alberi nel 2021.
Il buono bebè consente di accumulare nei 12 mesi dalla sua apertura il 10% dell’ammontare degli acquisti fatti nei reparti bebè e premaman. Trascorso questo periodo, il buono può essere poi utilizzato per lo shopping in tutti i reparti.