Libri consigliati: ADHD e compiti a casa

Un valido aiuto per i genitori e gli adulti che seguono i bambini fragili dal punto di vista attentivo a poco capaci di pianificare il proprio lavoro

Chi si trova ad interagire con bambini fragili dal punto di vista attentivo a poco capaci di pianificare il proprio lavoro si sarà molte volte sentito inadeguato nel trovare la strategia migliore per rendere il processo di apprendimento efficace e al contempo privo di frustrazioni sia per il bambino che sta apprendendo sia per lui che lo sta accompagnarlo in questo percorso.

Un valido aiuto per i genitori e gli adulti che seguono questi bambini, è rappresentato dal testo edito da  Edizioni Erickson e scritto da Gianluca Daffi e Cristina Prandolini:  ADHD e compiti a casa.

Il libro vuole essere un valido strumento per chi affianca il bambino nell’esecuzione dei compiti pomeridiani per fare in modo che questi non vengano percepiti come momento di tensione, come il più delle volte accade, ma come mezzo per arrivare ad ottenere  dei risultati  positivi a breve e a lungo termine.

I compiti, quindi, vengono intesi come momento di lavoro che rende il bambino sempre più autonomo e che gli permette di mantenere il controllo  su tutta la fase operativa ottenendo così dei risultati soddisfacenti. Il bambino sarà guidato da un “tutor” che lo aiuterà a trovare la giusta sicurezza e quindi a rielaborare un immagine di sé positiva che, il più delle volte, in questi bambini è carente.

Si tratta proprio di seguire delle modalità di esecuzione che avviino allo sviluppo di competenze operative quali ad esempio  organizzare lo spazio e il tempo delle attività, pianificare le fasi e verificare i risultati per avere una gratificazione di un compito ben riuscito. Tutto questo proponendo strumenti motivanti per l’alunno ma anche per la persona che lo affianca.

Il libro è stato pensato appositamente per affiancare nei compiti bambini da i 7 ai 14 anni di età.

A questo link la scheda completa del libro.

L’indice del testo:

indice

Autori:

Gianluca Daffi Laureato in Psicologia, è formatore e collabora con il Dipartimento di Psicologia dell’Università Cattolica di Milano e con lo SPAEE, Servizio di Psicologia dell’Apprendimento in Età Evolutiva dello stesso ateneo. Progetta e conduce corsi di formazione e aggiornamento professionale per insegnanti e formatori. Insegna presso vari enti pubblici e privati nell’ambito dei percorsi per l’assolvimento dell’obbligo formativo. Si occupa, tra l’altro, di problematiche legate alla formazione, valutazione delle competenze e inserimento lavorativo dei soggetti disabili, del rapporto scuola-famiglie e della gestione di progetti finanziati dal Ministero del Lavoro a sostegno  dello sviluppo delle competenze professionali degli operatori delle scuole private.

Cristina Prandolini Insegnante, laureata in Psicologia dello Sviluppo ed esperta in Psicopatologia dell’Apprendimento, si occupa di educazione e di Disturbi Specifici
dell’Apprendimento in Età Evolutiva. Collabora con la cattedra di Pedagogia Speciale all’Università Cattolica del Sacro Cuore.