Humana presenta la linea “io e Bio”

Sponsorizzato

Una delle cose che più mi piace del poter scrivere su Periodo Fertile è la possibilità che mi da di mettermi in discussione come donna ma soprattutto come mamma. Di allargare la mia visione sulle cose che riguardano il mondo mammesco e ammorbidirmi su alcune opinioni e comportamenti che ho imparato a non mantenere rigidi con il passare del tempo.

Chi mi segue conosce il mio “stile di maternage” se così possiamo definirlo, se poi veramente ne seguo uno soltanto.
La curiosità e la frenesia delle mie giornate mi portano a saltellare qua e là tra decisioni molto diverse che non non voglio chiamare fazioni (come spesso succede nei discorsi tra mamme), cercando di non perdere coerenza per strada, perché nelle mie opinioni mi sento al sicuro e inattaccabile e uscire dal cerchio dove ritengo tutto esatto non è sempre facile. Ma infondo è esattamente quello che mi stanno insegnando le mie bambine.

Olivia soprattutto in quanto seconda (e con un caratterino decisamente più “appuntito” e deciso di Carola) trova una mamma pronta e ferma su determinate cose ma anche molto easy nel lasciarsi scivolare addosso alcuni dettagli sui quali ero molto più ferma con la prima bimba.
Sì, parlo di fermezza e rigidità forse con una piccola accezione negativa. Mi rendo conto che impuntarsi su un’opinione o un determinato modo di fare e vedere le cose, soprattutto nell’ampio e variegato mondo delle mamme (e parlo di allattamento, sonno, svezzamento…), mi ha reso molto forte e coerente ma spesso non mi apriva a nuove conoscenze.

Spesso avere un’ unica idea sulle cose e parlare sempre e solo di quella cosa non permette il confronto e non ti predispone nemmeno alla conoscenza. A volte in buona fede raccontare la propria esperienza e farla passare come l’unica possibile o, ancora peggio, la migliore presente tra le possibili scelte Aprirsi e ammorbidirsi è stata una conquista per me, sempre partendo però da convinzioni salde

Doverosa premessa prima di presentarvi dei prodotti che fino a qualche tempo fa non sentivo l’esigenza di presentarvi.

Ho voluto fare questo piccolo preambolo semplicemente perché ho notato che Humana ha fatto, quello che io ritengo, un passo nella mia direzione, nella direzione di chi decide di porre maggiore attenzione all’alimentazione dei propri figli sin da piccolissimi. La decisione di creare una linea Bio che molto si avvicina all’attenzione che cerco di mettere nella cura quotidiana delle mie bambine.

Con Olivia ho seguito un percorso di svezzamento mixato sin dall’inizio con l’autosvezzamento. Perché questi 2 “sistemi” nella pratica possono coesistere, rendendo molto più semplice la gestione dei pasti. Olivia non è una bambina che ama essere imboccata, quindi sin dall’inizio dello svezzamento (che per Olivia è avvenuto a 6 mesi compiuti) alla classica crema con brodo e farine si sono affiancati pezzetti di verdure cotti e tagliati in modo che lei potesse gestirli con le sue manine dal piatto alla bocca, mentre mamma papà o sorellona la aiutavano a familiarizzare con il cucchiaino.
Le circostanze esterne e il disordine che mi rincorre senza tregua, la gestione non più di una ma di due bambine con età e bisogni totalmente differenti, il lavoro, la casa, le attività extra di Carola ma anche della piccola mi hanno portato ad ammorbidirmi su quasi tutta la linea delle mie rigide convinzioni, anche perché il tempo a disposizione sembra scivolarmi addosso inarrestabile.
Rileggendomi mi sembra di dare l’impressione di un piccolo generale despota che non permette varianti o cambi d’opinione sui ritmi della famiglia. No, ecco non sono proprio così ma sono nel mezzo della mia personale rivoluzione e ho bisogno di spiegarvi tutto. Mi sono sempre trovata a mio agio nei miei ritmi creati con fatica e continue correzioni, ora sono in balia dell’organizzazione di nuovi equilibri e questo, inevitabilmente, abbassa le mie difese e mi permette di plasmarmi su nuovi bisogni.

Di fondo sono una persona curiosa e provare nuove cose mi piace, se poi la mia opinione può essere utile ad altre mamme allora non mi tiro indietro. Ho anche uno spiccato fiuto da suocera mixato a San Tommaso, quindi se non critico, provo e vedo non credo!

humana_ioebio

E quindi sia! Proviamo la Linea io e Bio di Humana per lo svezzamento e vediamo cosa ne pensa la piccola tester di casa. A giudicare dai numerosi prodotti credo che anche io e Carola faremo qualche assaggio.

Il Biscotto Biologico, senza Olio di Palma. Perfetti per condividere il momento della colazione con la sorellona.

Gli Omogeneizzati di frutta, senza aggiunta di aromi, coloranti o conservanti. Non hanno zuccheri aggiunti ma solo gli zuccheri della frutta da agricoltura biologica. Li trovate in tantissime varianti: frutta mista, prugna con mela, pera, mela, mela e banana, pera e mela.

La Crema di Riso e la Multicereali, senza aromi o zuccheri aggiunti, non contengono coloranti e conservanti. I cereali sono biologici e le farine selezionate ed accuratamente controllate

La pastina Fili d’Angelo, 100% da grano tenero biologico, senza coloranti e conservanti.

Segui Humana sul sito e sui social, per essere sempre aggiornata su tutte le novità della sua linea:

Post in collaborazione con Humana.

 

Francesca Calori

Lascia un commento