Gli essenziali per il primo mese di mamma e bebè

Ciao!

Oggi mi piacerebbe inaugurare una nuova rubrica: gli essenziali mamma e bambino suddivisi per mesi.
Di cosa si tratta?
In base alla mia personalissima esperienza vorrei raccontarvi quali sono i 3 oggetti (ma non solo) indispensabili per me e per Olivina mese per mese, per quanto riguarda argomenti vari: dal beauty all’abbigliamento, dalla puericultura ai giochi, dall’arredamento ai libri. Insomma quello che mese per mese mi è stato più utile nella mia vita di mamma con un bebè piccolo.

Non è una lista categorica, non è una guida da seguire alla lettera, e non tutte troviamo indispensabili le stesse cose. Io vi scrivo per quello che è il mio stile cercando magari di non entrare troppo nelle specifico di alcune mie abitudini, ma raccontandovi comunque quello che è nelle mie corde e nel mio stile di maternage ed accudimento, attraverso le cose che io ho trovato utili e che mi piacerebbe consigliarvi.
La scelta di soli 3 oggetti per mese non è casuale. Non mi piace lo spreco e non trovo necessario riempire le nostre case di troppi oggetti, soprattutto se si tratta dei bisogni di bambini piccoli come Olivia, che hanno davvero pochissimi bisogni materiali.

Mese per mese tante piccole notizie ed idee per stare bene con il piccolo e tutta la famiglia. In regalo il manuale dello svezzamento di Madegus!
  
Proseguendo, confermo di accettare i termini di utilizzo e il trattamento dei miei dati di Periodo Fertile.

Ma bando alle ciance, partiamo!

Gli essenziali per il bambino da 0 a 1 mese

  • Gli abbracci di mamma e papà. Scontato? Può darsi. Ma sottolinearlo non fa mai male. Il contenimento, il calore, l’amore tutto racchiuso in un abbraccio che scalda il cuore, fa sentire amati i bambini e competenti e fiduciosi i genitori.
    Non abbiate paura di abbracciare i vostri bambini, di stabilire con loro un contatto fisico che si sviluppa nel tempo. Può essere faticoso, stancante, alienante a tratti, ma son momenti che fanno bene al cuore e a crescere bambini sicuri e sereni perché i loro bisogni non vengono trascurati.
    Quando proprio l’abbraccio deve interrompersi per qualche istante io ho sempre lasciato le mie bimbe piccole avvolte dall’abbraccio del cuscino da allattamento, che le tiene leggermente sollevate e quindi in posizione di sicurezza se hanno appena mangiato. Il materiale che io ho scelto per il cuscino è la pula di farro, totalmente naturale. È traspirante e sorregge perfettamente la schiena e il collo del bambino piccolo, che si sà sono molto delicati e vanno sorretti prestando le giuste accortezze e attenzioni. Perfetto tra l’altro anche in gravidanza, quando trovare una posizione comoda con l’avanzare della pancia diventa sempre più difficile. Consigliatissimo!
  • Fascia portabebè. Per noi è stata la salvezza, sia con la prima bimba che con la seconda. Carola è sempre stata una bimba bisognosa di contatto, le piaceva rimanere attaccata a me anche dopo le poppate e la fascia mi aiutava a mantenere il contatto nel momento in cui dovevo impegnarmi anche in altre attività. Con Olivia la situazione è differente. Essendo la seconda, la fascia è diventata necessaria per non trascurarla nel momento in cui le mie attenzioni e le mie braccia erano impegnate a…non trascurare la prima bimba. Insomma quando sono in 2 nessuna vuole passare in secondo piano e siccome le mie braccia di mamma-cuore-amore rimangono sempre 2 e non si moltiplicano al crescere dei figli, ecco che la fascia diventa la salvezza anche per brevi passeggiate evitando alla piccola il continuo passare dalla mamma all’ovetto (che ho trovato comunque comodo ed ovviamente essenziale per i viaggi in macchina!) andata e ritorno prendendo freddo e col rischio di svegliarla dal sonno beato.

Essenziali_0-1_fascia1

 

  • Pannolini
    La nostra scelta è stata orientata verso i pannolini lavabili sin dall’inizio. Da quando Olivia ha 5 giorni indossa quasi esclusivamente pannolini lavabili. Ci troviamo bene, così come è successo con la prima bimba. Infatti molti dei pannolini lavabili di Carola sono ora passati ad Olivia ed è per me una cosa bellissima anche e soprattutto in termini di risparmio economico per la nostra famiglia. Con il tempo e l’esperienza le bimbe hanno testato diversi modelli, fino a farmi diventare consulente per un negozio online (spero di riuscire a parlarvi presto anche di questo mio progetto!).
    Quando non usiamo i lavabili, li sostituiamo con i pannolini usa e getta biodegradabili. Continuate a seguirmi, ve ne parlerò presto!

Gli essenziali per la mamma con bebè 0-1 mese

  • Abiti comodi, che non deve essere sinonimo di ‘sciattaggine’, ma di abbigliamento confortevole, senza troppi fronzoli almeno all’inizio.
    Io con la prima bimba passavo quasi tutta la mia giornata in tutona, senza trucco e coi capelli spesso in disordine, col risultato che spesso rimanevo chiusa in casa a poltrire senza la minima voglia di mettermi nemmeno un paio di jeans e un maglione.
    Con Olivia, complice il fatto che la mattina dobbiamo accompagnare la grande all’asilo mi ‘rassetto’ un pochino. Trucco leggero ma che almeno copra il pallidume e le occhiaie, un po’ di gel tra i capelli e almeno almeno un paio di jeans puliti e un maglioncino senza rigurgito. Nulla di che, non mi metto “giù da gara”, ma lo stretto indispensabile per sentirmi a mio agio in mezzo alla gente e dimostrare a me stessa un po’ di amor proprio.
    Se, come me, allattate al seno propendete per reggiseni e canottiere adatte a questo scopo. Che non siano difficili da gestire quando vostro figlio strillerà fortissimo finché non sarà attaccato saldamente al vostro seno.
    Io ho ereditato da amiche diversi reggiseni da allattamento ma, devo essere sincera, non mi ci sono mai trovata. Troppo macchinoso per me quell’aggancia-sgancia. Con una mano sola non solo mai riuscita a gestirlo e mi innervosivo.
    Quindi ho optato per dei reggiseni classici, senza ferretto, con le spalline larghe e della giusta misura. Mi raccomando sulla misura, un reggiseno troppo stretto può favorire il formarsi di ingorghi e darvi molto fastidio.

Essenziali_0-1_abiticomodiCosa stavo dicendo dei rigurgiti sui maglioni?

  • Conchiglie raccoglilatte e coppette assorbilatte lavabili
    Dopo la prima settimana passata a buttare quantità industriali di coppette assorbilatte usa e getta e non riuscendo ad usare quelle lavabili perchè la quantità di latte che perdevo era davvero tanta e mi ritrovavo sempre bagnata, mi sono decisa per l’acquisto di coppette raccoglilatte riutilizzabili. Una scoperta fantastica! Ho smesso di sprecare e buttare le coppette usa e getta e dopo la fase di assestamento iniziale ho cominciato ad usare le mie adorate coppette lavabili che lasciano respirare il seno senza che si crei umidità e sensazione di bagnato.

Schermata 2016-04-07 alle 23.12.58

  • Un compagno paziente e collaborativo
    Indispensabile avere al proprio fianco un compagno che sappia supportarvi, che arrivi dove voi non arrivate, che anticipi le vostre mosse quando i ritmi lenti si impossesseranno di voi.
    Diventerete una squadra, un team che deve essere coordinato al millesimo di secondo, una coppia in costante equilibrio su un filo sottile ma impregnato di emozioni fortissime.
    Siate pazienti anche voi e lasciate correre quando i piatti nel lavandino e la pigna di panni da stirare raggiungeranno altezze che nemmeno l’Everest, quando lo stendino crollerà sotto il peso di 4 lavatrici e i letti saranno sempre sfatti. Chiudete un occhio…anzi due e riposatevi. Ci sarà un tempo in cui riuscirete a conciliare tutto, ma non subito.
    Respirate a pieni polmoni i primi momenti con il vostro bambino e con la vostra nuova famiglia, che il tempo per lavare e pulire prima o poi si trova!

Spero di esservi stata utile alle neomamme e non solo.

Ora aspetto voi! Quali sono i vostri oggetti irrinunciabili, le cose che si sono dimostrate essenziali per il primo mese del vostro bambino e per voi mamme-donne-lavoratrici instancabili?!

Vi aspetto nei commenti!
A presto.

Francesca

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!