Mamamò, il primo sito italiano dedicato alle app e alla tecnologia per genitori e bambini

L’arrivo di telefoni intelligenti e tablet ha cambiato le nostre abitudini quotidiane e incide anche sul modo in cui i bambini di oggi apprendono e giocano. Fugando inutili demonizzazioni, l’importante è insegnare ai nostri figli come sfruttare al meglio i mezzi tecnologici e come orientarsi nell’universo dei media digitali. Per andare incontro a mamma e papà in questo campo è nato Mamamò, il primo portale italiano dedicato alle app e alla tecnologia rivolta a genitori e bambini. Il sito vuole essere una guida nella giungla delle app per smartphone e tablet, proponendo quotidianamente segnalazioni e recensioni di applicazioni che hanno una buona qualità tecnica di realizzazione, funzionalità di supporto alla maternità e contenuti educativi o di intrattenimento utili per lo sviluppo del bambino. Abbiamo chiesto a Roberta Franceschetti, l’ideatrice di Mamamò, esperta di comunicazione ed editoria multimediale e mamma di un bambino di 5 anni, di indicarci le app che piacciono di più alle mamme e ai bambini.

“I genitori tendono ovviamente a privilegiare i libri, i grandi classici trasferiti dal cartaceo allo schermo del tablet, come Pinocchio per iPad, Mr Lupo e i dolcetti allo zenzero  o le book app tratte dalle opere di Eric Carle. Un altro genere che piace a mamma e papà è rappresentato dalle app istruttive”, racconta Roberta, “che stimolano lo sviluppo di competenze verbali o matematiche, come ABC, Alfabeto Magnetico, Numberlys, un originale racconto della nascita della scrittura, a metà strada tra corto animato, alfabetiere e gioco e Math Doodles, che trasforma l’aritmetica in un gioco”. Quello che piace alla mamma non sempre però coincide con quello che amano i bambini.

Ciao, posso accompagnarti nei primi mesi del tuo piccolo?
Mese per mese tante piccole notizie ed idee per stare bene con il piccolo e tutta la famiglia. Elena.
  
Proseguendo, confermo di accettare i termini di utilizzo e il trattamento dei miei dati di Periodo Fertile.

“I bambini apprezzano i libri e le app educative quando sono ben realizzati e hanno un approccio ludico. Ma non stupitevi se preferiranno giochi come Cut the ropeDraw race  e Dov’è la mia acqua,  Montessori Geometria ”, continua l’ideatrice di Mamamò – “La dimensione della sfida e dell’azione affascinano i bambini, che attraverso molti giochi sviluppano capacità di coordinamento di mani, occhi, tempi e obiettivi strategici rispetto a uno scopo. La cosa determinante alla fine non è solo la dimensione educativa dell’applicazione. Perché la vera differenza la fa sempre la capacità del genitore nell’affiancare il bambino nell’utilizzo dell’applicazione. Il tablet è uno strumento utile, ma non può mai sostituire la nostra presenza e il nostro ruolo educativo come genitori. Quello che consiglierei alle mamme è di offrire ai bambini applicazioni istruttive, ma anche di imparare a giocare ad Angry Birds con i loro figli.”



Lascia un commento