SNOO e MamaRoo: al Ces 2020 le culle smart per far dormire i neonati

In questi giorni a Las Vegas si sta svolgendo il Ces 2020, la super fiera dell’elettronica che attira appassionati e nerd da tutto il mondo.

culle smart

Non potevano mancare le proposte per il mondo del bebè, una su tutte la culla smart, una culla intelligente che cerca di permettere al bambino di dormire, e più a lungo, per il benessere di tutta la famiglia, al motto: ” se il bambino dorme… dormono tutti!”

La culla smart MamaRoo

Anche se a prima vista fa pensare a una sorte di lavatrice, MamaRoo, è una culla smart super tecnologica, che sarà disponibile da febbraio 2020 negli Stati Uniti e probabilmente a fine anno anche in Europa.

Mese per mese tante piccole notizie ed idee per stare bene con il piccolo e tutta la famiglia. In regalo il manuale dello svezzamento di Madegus!
  
Proseguendo, confermo di accettare i termini di utilizzo e il trattamento dei miei dati di Periodo Fertile.

Questa culla ad alta tecnologia presenta cinque movimenti delicati che vogliono simulare le oscillazioni che il bambino può ricevere quando è in braccio ai genitori o le vibrazioni che  vengono trasmesse quando si viaggia in auto. I movimenti tra cui scegliere infatti si chiamano:  giro in auto, onda, canguro, altalena e rock-a-bye. È dotata anche di  quattro rumori bianchi (pioggia, oceano, ventaglio e silenzio) per aiutare a calmare i bambini e garantire  un migliore riposo. I genitori possono controllare tutte queste funzioni con l’app 4moms, che include anche un timer per aiutare a stabilire una routine per andare a dormire.

Il costo? Si parla di 329 dollari, molto più economica della diretta concorrente di Happiest Baby, per la quale servono circa 1000 dollari in più.

SNOO di Happiest Baby, la culla delle star

La più famosa delle culle smart è  sicuramente  SNOO di Happiest Baby, società fondata da un famoso pediatra americano, il dott. Harvey Karp nel lontano 2001.

A sostenere economicamente la start up ci hanno pensato star del calibro di Justin Timberlake, Jessica Biel, Scarlett Johansonn, Gwyneth Paltrow e Zoe Saldana, per citarne alcuni.

Il costo della culla è infatti alquanto proibitivo, 1300 dollari che solo pochi eletti possono permettersi. Per risparmiare è disponibile anche il noleggio.

Il bambino viene avvolto in una sorta di bozzolo,  per farlo sentire contenuto,  e non può in alcun modo muoversi. In questo modo si abbassa il rischio di SIDS, visto che impedisce al bambino di mettersi a pancia in giù. La  culla oscilla, combinando un dolce dondolio con un rumore bianco.

Obiettivo di SNOO è  aiutare i neonati a calmarsi e dormire imitando le sensazioni rilassanti che vivono nell’utero prima di nascere.

Adatta da 0 a 6 mesi, SNOO permette di:

  • Aggiunge 1-2 ore di sonno
  • Calmare  il bambino con le oscillazioni   in meno di 1 minuto
  • Promuovere un addormentamento sereno senza pianti
  • Impedire il rotolamento che è pericoloso
  • Calmare il bambino mentre il genitore non ha la possibilità di cullarlo in braccio, perché sta dormendo o perché  ad esempio sta preparando da magiare.

Anche SNOO è abbinata a una specifica applicazione che fornisce un report del sonno del bambino e tante indicazioni e consigli del pediatra che l’ha brevettata.

Sono dispositivi  utili? Forse sì. Sono necessari? Molto probabilmente no, e chissà perché ogni volta che vediamo invenzioni di questo tipo il pensiero ricorre a Wall-E 😉

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!