Pulisci il ciuccio del bambino con la tua saliva?

pulire ciuccio con la bocca

Anche se non  lo avete mai fatto personalmente, vi sarà capitato di vedere mamme o papà che, per pulire il ciuccio, perché caduto per terra o appena tolto dalla borsa, se lo mettono in bocca, per offrirlo poi al bambino.

Questo spesso scatena una serie di reazioni da parte di chi assiste alla scena, che vanno dal disgusto alla semplice indifferenza.

Prima di esporre qualsiasi critica, è importante sapere che succhiare il ciuccio del  bambino per pulirlo, può aiutare a proteggerlo dalle allergie. Questo è ciò che suggerisce una  nuova ricerca.

In che modo, pulire il ciuccio con la nostra saliva, può proteggere il bambino?

Allo studio hanno partecipato 128 mamme che sono state intervistate più volte nel corso di 18 mesi

Tra le mamme di bambini che usavano il ciuccio:

  • 30 mamme pulivano il ciuccio con la sterilizzazione,
  • 53 mamme  lavavano il ciuccio a mano
  • 9 pulivano il ciuccio succhiandolo.

L’autrice dello studio, la dott.ssa  Eliane Abou-Jaoude, del sistema sanitario Henry Ford di Detroit,  ha spiegato che  i figli delle mamme che succhiavano  il ciuccio per pulirlo, avevano livelli di IgE (immunoglobuline di tipo E) inferiori rispetto agli altri.

Le IgE sono un tipo di anticorpo correlato alle risposte allergiche del nostro organismo. Livelli di IgE più alti indicano in genere un rischio più elevato di soffrire di allergie e asma allergico.

I ricercatori nel loro studio  hanno raccolto i dati dei livelli di IgE dei bambini alla nascita, a 6 mesi e a 18 mesi di età.

Il dott. Edward Zoratti  allergologo  e membro ACAAI e coautore dello studio spiegfa così il risultato:
Abbiamo scoperto che l’abitudine di  succhiare il ciuccio dei bambini da parte dei genitori è collegato a una soppressione livelli di IgE che inizia intorno ai 10 mesi e continua per 18 mesi. Sono necessarie ulteriori ricerche, ma crediamo che l’effetto possa essere dovuto al trasferimento nel bambino di microbi  da parte del genitore, microbi  che promuovono la salute. Non è ancora chiaro se la produzione inferiore di IgE osservata in questi bambini continui negli anni successivi.”

Lo studio è stato presentato alla riunione annuale dell’American College of Allergy, Asthma and Immunology (ACAAI), a Seattle.

Sappiamo” ha aggiunto la dott.ssa  Eliane Abou-Jaoude, “che l’esposizione ad alcuni microrganismi nelle prime fasi della vita stimola lo sviluppo del sistema immunitario e può proteggere dalle malattie allergiche in seguito. Il succhiare il ciuccio dei genitori può essere un esempio di come i genitori possano trasferire i microrganismi sani ai loro bambini piccoli. Il nostro studio indica un’associazione tra genitori che succhiano il ciuccio del loro bambino e bambini con livelli di IgE inferiori, ma non significa necessariamente che il succhiare il ciuccio causi IgE inferiori“.

Ciao, posso accompagnarti nei primi mesi del tuo piccolo?
Mese per mese tante piccole notizie ed idee per stare bene con il piccolo e tutta la famiglia. Elena.
  
Proseguendo, confermo di accettare i termini di utilizzo e il trattamento dei miei dati di Periodo Fertile.

Fonte:

American College of Allergy, Asthma and Immunology, news release, Nov. 16, 2018;