“Mustela s’impegna”: prendersi cura della pelle del bambino in modo sicuro e con ingredienti naturali

In collaborazione con Mustela®

Il mondo è pieno di cose magiche, potenzialmente in attesa che i nostri sensi si acuiscano”.
William Butler Yeats

Il piacere dei piccoli rituali che rendono speciali la nostra quotidianità si insegna e si apprende fin dai primi momenti di vita.

Per i più piccoli, tutte queste emozioni passano soprattutto dai gesti di cura quotidiana di chi si occupa di loro, che si impegna affinché già i primi momenti di vita siano caratterizzati da un susseguirsi di routine piacevoli, che diano la percezione al neonato di un’ambiente disteso e sereno, in cui si possa sentire accolto e protetto. Una quotidianità fatta di gesti semplici e di emozioni autentiche che permettono di conoscersi entrando ogni giorno sempre più in sintonia. Così facendo, il neonato è accolto e accompagnato a piccoli passi alla scoperta e all’esplorazione del mondo attorno a sé.

Uno di questi rituali speciali è senza dubbio rappresentato dal bagnetto, un momento della giornata di grande importanza oltre a un’occasione di contatto, di scambio e tenerezza. Questo tipo di interazione non solo ha grande significato emotivo e simbolico per il bambino, ma è in grado di influenzarne in modo sensibile lo sviluppo (Vd “Il Nuovo Bambino” Marcello Bernardi pag, 136).  Sono momenti che assumono una valenza unica, di affetto, cura e benessere: attimi in cui dedicare al piccolo una coccola speciale, fatta di complicità, gioco e risate.

Mese per mese tante piccole notizie ed idee per stare bene con il piccolo e tutta la famiglia. In regalo il manuale dello svezzamento di Madegus!
  
Proseguendo, confermo di accettare i termini di utilizzo e il trattamento dei miei dati di Periodo Fertile.

bagnetto prodotti mustela

Bagnetto e coccole: il linguaggio segreto tra mamma e bambino

 Il bagnetto ha un grande potere rilassante nei più piccoli, esattamente come spesso accade negli adulti, e può essere facilmente accompagnato al rituale della nanna.

Non solo è importante ritagliarsi questo momento al riparo da ogni possibile distrazione, ma prevedere in anticipo quale sarà l’occorrente e prepararlo avendo cura di non dimenticare nulla quando il bagnetto sarà terminato.

Oltre alla temperatura dell’acqua, anche quella della stanza è importante: dovrebbe attestarsi attorno ai 22°C e senza correnti d’aria, mentre per la temperatura dell’acqua le indicazioni si attestano attorno ai 36,5° e 37,5°C (per misurare la temperatura dell’acqua può essere utile servirsi di un termometro da bagno).

Alcuni neonati non mostreranno immediatamente entusiasmo per l’acqua, ma per quelli che dimostreranno maggior gradimento, il bagnetto diventerà da subito un momento irrinunciabile della giornata.

Non esiste una fascia oraria indicata (escludendo naturalmente i momenti della digestione), ogni orario può essere quello giusto, considerando che il momento prima della nanna ha il vantaggio di conciliare il sonno del bambino: la regola d’oro è di non avere fretta, concedendo al piccolo tutto il tempo di cui ha bisogno. Il momento “ideale” per il bagnetto si può riconoscere solamente osservando il bambino avendo cura che sia ben disposto e che preventivamente ogni suo bisogno sia stato soddisfatto (difficilmente potrà esserlo un bambino particolarmente stanco o affamato).

Immergere il piccolo in modo graduale parlando con lui in modo rassicurante è il primo passaggio per avvicinare il neonato all’acqua senza timore: solo un genitore realmente sereno e rilassato confermerà al bambino che l’acqua è un elemento con cui sarà davvero piacevole prendere confidenza e un nuovo territorio di esplorazione piacevole e divertente.

Possono infine completare e arricchire questo momento dedicato all’igiene e al benessere, luci tenui e perché no, un sottofondo di musica rilassante.

La pelle dei bambini, il primo mezzo di comunicazione con il mondo: impariamo a prendercene cura

La pelle è uno strato protettivo verso il mondo esterno nonché una fonte di interazione, contatto ed emozione legata ai sensi del bambino e necessità di cure specifiche fin dalla nascita. Per poter fornire alla pelle bambino le giuste attenzioni ogni giorno, è necessario conoscere a fondo le sue esigenze e rispettarle con i prodotti più indicati.

La pelle del bambino possiede fin dalla nascita una ricchezza dal valore inestimabile: un patrimonio di cellule staminali unico che durerà per tutta la vita e che permetterà alla pelle di rigenerarsi.

Alla nascita la barriera cutanea dei bambini è immatura e la loro pelle è dunque molto delicata e vulnerabile agli attacchi quotidiani provenienti dall’esterno: raggiungerà infatti il primo livello di maturità solo a partire dai due anni di età. Fino ai 3 anni faticherà comunque a difendersi dagli agenti esterni (sole, aria, vento).

Il suo patrimonio è prezioso e proteggerlo quotidianamente è un compito imprescindibile: è quindi indispensabile saper riconoscere gli alleati giusti che ci aiutino a prendercene cura giorno dopo giorno rispettando la sua naturale delicatezza.

I ricercatori Mustela hanno dimostrato l’esistenza di 4 tipi di pelle, fin dalla nascita

Attraverso una ricerca senza precedenti firmata Mustela®, durata dieci anni e centrata sulla pelle dei bambini fin dal primo giorno di vita, è stata scientificamente provata la sua natura speciale rispetto a quella dell’adulto.

Per questo motivo Mustela®, il Brand da oltre 60 anni leader di mercato nella cura della pelle dei più piccoli, si impegna per la salute della pelle fin dalla nascita (compresi i bambini dimessi dalla neonatologia) e sceglie di utilizzare ingredienti sicuri e efficaci, con attenzione particolare alla loro naturalità.

Ad gni bambino la sua linea

Pelle normale

All’apparenza morbida e perfetta, la pelle del bambino nasconde in realtà molta fragilità e delicatezza. Sebbene potrebbe non apparire secca o sensibile, necessita di prodotti specifici per un’idratazione quotidiana e una protezione duratura fin dalla nascita. Alla luce delle ultime scoperte scientifiche sulla pelle dei bambini, i ricercatori Mustela® hanno sviluppato una linea completa per la detersione e l’idratazione della pelle normale, arricchita con un nuovo principio attivo brevettato, il Perseose di avocado®.

*Ad eccezione dell’Olio Idratante per il massaggio.

linea mustela

Pelle secca: protezione e nutrimento

In alcuni bambini si potrebbero anche manifestare segnali di pelle secca fin dai primi giorni di vita: pelle ruvida, che tende alla desquamazione. Dato che la pelle secca dei bambini necessita di più protezione rispetto alla pelle normale, Mustela® offre una linea di prodotti nutrienti da utilizzare quotidianamente, e formulati con ingredienti specifici non solo per proteggere e idratare, ma anche per nutrire la pelle.

Pelle ipersensibile: idrata e protegge la barriera cutanea

Mustela® propone la prima linea completa di trattamento e igiene, senza profumo concepita per lenire la pelle ipersensibile di neonati e bambini fin dalla nascita*. Formulata con attivi naturali brevettati, questa linea dalle texture fluide e con effetto seconda pelle protettivo, idrata e protegge la barriera cutanea, lenisce e aiuta a limitare i segni di iperreattività della pelle.

Pelle a tendenza atopica: lenire la pelle con una liena di nuova generazione

La dermatite atopica o eczema atopico si manifesta in 1 bambino su 5 (1) a partire dalla nascita. Mustela® propone la linea Stelatopia® di nuova generazione: una linea di prodotti per l’igiene e la cura della pelle, specifici per lenire e relipidare la pelle a tendenza atopica dei bambini. Clinicamente testata, con elevata tollerabilità fin dalla nascita e testata sotto controllo dermatologico e pediatrico.

(1) Watson 2011, Isaac 1998.

Perché ogni pelle ha le sue esigenze, esattamente come ogni bambino e l’impegno di Mustela® insieme al suo pool di professionisti è non solo riconoscerle, ma prendersene cura con prodotti sicuri ed efficaci, pensati per proteggerne la naturale delicatezza.

Post in collaborazione con Mustela®.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!


Valentina Desario

Spirito libero, da sempre. Appassionata di sceneggiatura, sociologia e letteratura. Copywriter, redattrice, divoratrice di libri, sognatrice con i piedi per terra. Da qualche mese totalmente stravolta dall’arrivo di un paio di occhi più limpidi dell’acqua.