Biberon Natural: tettarella simile al seno materno per un allattamento naturale

In collaborazione con Philips Avent

set regalo philips avent natural

Diventare mamma e papà è l’inizio di un percorso di vita unico e indimenticabile, un viaggio tra scelte da compiere ogni giorno, consapevolezze che arrivano con il tempo, tentativi, ripensamenti e scoperte.

Ad accompagnare i neo-genitori in questo nuovo e suggestivo capitolo ci sono, fin dalla gravidanza, oggetti che entrano a fare parte della quotidianità e che diventano parte integrante delle giornate passate insieme al proprio bimbo.

Quando parliamo di bambini, ogni scelta che si compie per loro diventa più ponderata che mai: qualità, affidabilità e sicurezza sono caratteristiche imprescindibili.

Uno degli oggetti che accompagnano i primi mesi di un neonato e la vita di neo-genitori è il biberon: è importante sceglierne uno che rispetti il benessere dei più piccoli e che li segua in ogni tappa della crescita. 

Amore e attenzione

Qualsiasi sia la ragione per cui si smette di allattare al seno (o si decide di non farlo), non bisogna dimenticare che gli ingredienti principali di ogni poppata rimarranno sempre amore e attenzione.

Ogni gesto è in grado comunicare al bambino molto più di quello che si crede. La vicinanza, la predisposizione emotiva e, quando è possibile, il contatto pelle a pelle, valgono sia che si parli di allattamento al seno sia che si parli di allattamento al biberon.

La suzione inoltre è un gesto di profonda gratificazione per il neonato, quindi in quel momento più che mai è fondamentale che gli sia dato tutto il tempo e l’attenzione di cui ha bisogno.

Se un bambino può rimanere attaccato al seno un po’ di tempo anche dopo aver concluso la poppata, la stessa cosa può avvenire con il biberon: è importante che il neonato percepisca un’atmosfera serena che gli permetta di rilassarsi e di prendere il tempo di cui ha bisogno.

Introdurre il biberon: i primi passi

set biberon natural philips avent

Spazio ai papà o ai nonni per la prima volta con il biberon: è più probabile che il piccolo accetti questa nuova abitudine se ad introdurla sarà un viso familiare ma non la mamma (con la mamma sarebbe naturale cercare il seno).

Bisogna tenere presente che il latte materno è disponibile a una temperatura perfetta per il bambino: per far sì che anche quella del latte nel biberon sia il più naturale possibile, è importante riscaldarlo utilizzando uno scaldabiberon senza ricorrere al microonde, che potrebbe riscaldare alcuni punti più di altri, danneggiando così le sostanze nutritive del latte.

Prima di offrire il latte al bambino è importante controllare la temperatura versandone alcune gocce sulla parte interna del braccio.

Quando è tutto pronto, non rimane che prendere posto possibilmente su una poltrona comoda tenendo il piccolo in una posizione semisdraiata, con la testa sorretta e utilizzando dei cuscini per dare sostegno al braccio.

Anche la posizione della tettarella è fondamentale: inclinare il biberon è un accorgimento indispensabile per permetterle di  rimanere sempre piena ed evitare che il bambino ingerisca aria.

Ultimo ma non d’importanza, la velocità con cui il latte fuoriesce dalla tettarella è importante da tenere in considerazione.

Ci sono tettarelle adatte a ogni fase della crescita con flussi diversi a seconda dell’età del bambino. Per esempio, quelle per neonati dispenseranno latte più lentamente. Il test migliore per  verificare se la tettarella scelta è la più adatta, rimane sempre quello di osservare con attenzione in che modo il latte scorre nella bocca del bambino. Se il piccolo deglutisce, se emette saliva troppo spesso, o se il latte fuoriesce dagli angoli della bocca, significa che il flusso è troppo veloce e che il neonato non riesce a gestirlo in modo adeguato. Se al contrario sembra fare molta fatica e questo sembra irritarlo, al contrario il flusso è troppo lento.

L’allattamento con il biberon permette anche al papà e agli altri familiari di vivere momenti a stretto contatto con il neonato ed è importante riuscire a fare tesoro di queste occasioni uniche, per abbracciarlo, parlargli e interagire.

Non sempre il nutrimento può provenire dal seno, quello che è certo però, è che verrà dal cuore.

Set Natural: il primo Natale è ancora più dolce con il cofanetto di Philips Avent

 Non c’è occasione più unica che festeggiare una nascita: per questo, Philips Avent ha ideato il Set Natural, composto da prodotti studiati per garantire sicurezza e confort, un cofanetto che può diventare un’idea regalo per accompagnare dolcemente i più piccoli fin dai primi mesi.

Un set di biberon con caratteristiche uniche, realizzati con materiali che non contengono BPA* (polipropilene): una tettarella anatomica, ultra morbida, con design flessibile a spirale ed esclusivi petali per il massimo confort che consente un allattamento simile a quello al seno e facilita la combinazione tra allattamento al seno e al biberon.

Ma non solo: grazie alla sua forma ergonomica, il biberon Natural è facile da impugnare, anche con le piccole manine di un bambino, e da posizionare in qualsiasi direzione.

Ultimo ma non di importanza è dotato di valvola anti-colica, per evitare che il bambino ingerisca aria durante la poppata.

Il ciuccio contenuto nel set ha una tettarella ortodontica, in morbido silicone e si adatta alla bocca del bambino rispettando lo sviluppo naturale del palato, dei dentini e delle gengive.

Philips Avent, il marchio n.1 raccomandato dalle mamme, (***) accompagna fin dai primi momenti i bambini e le loro famiglie con prodotti sicuri e studiati per ogni fase di crescita. Con il Set Natural, regalarli sarà un piacere: per un primo Natale da non dimenticare.

*   0% BPA, in conformità al regolamento UE 10/2011

*** Basato su un’indagine GemSeek sulla soddisfazione condotta nel Dicembre 2015 su un campione di più di 9000 donne utilizzatrici di brand e prodotti per la puericultura in Italia, Regno Unito, Germania, Francia, Russia, Cina e Stati Uniti

Valentina Desario

Spirito libero, da sempre. Appassionata di sceneggiatura, sociologia e letteratura. Copywriter, redattrice, divoratrice di libri, sognatrice con i piedi per terra. Da qualche mese totalmente stravolta dall’arrivo di un paio di occhi più limpidi dell’acqua.