FattoreMamma Network
0-12 mesi Gravidanza Letture da mamme e pancine libri Post sponsorizzati

Le prime relazioni del bambino: un libro per capire tuo figlio dai 0 ai 2 anni

Vi siete mai chiesti perché il bambino si comporta in un certo modo (piange, ride, si arrabbia, si incuriosisce ecc.) e qual è l’atteggiamento migliore da adottare con loro in determinate situazioni? Come fa un neonato ad imparare a relazionarsi con se stesso e con gli altri,  e quali sono i legami fondamentali per lo sviluppo cognitivo di un bambino dai 0 ai 2 anni?

Ce lo spiega in un interessantissimo libro /manuale dal titolo “Le prime relazioni del bambino” di Lynne Murray, insegnante universitaria di Psicologia dello Sviluppo, ma anche mamma e nonna. L’autrice è molto conosciuta  e stimata anche per le sue competenze in tema di accudimento amorevole dei bambini da parte dei genitori.

“Le prime relazioni del bambino” è un libro che ci permette di conoscere da vicino il mondo dei nostri piccoli. E’ diretto a tutti coloro che hanno a che fare con i bimbi  di questa fascia di età e cioè i genitori, ma anche gli educatori e professionisti che lavorano con i bambini. Il linguaggio nonostante la complessità dell’argomento è molto semplice e diretto. Il libro inoltre adotta un metodo di spiegazioni dei concetti estremamente incisivo. Mostra infatti sequenze di video reali che raccontano momenti di vita dei genitori e dei loro bambini .

libro 3

libro 2

Attraverso questi insegnamenti e spiegazioni visive tratte dalla quotidianità e nel contesto di esperimenti selezionati, possiamo comprendere non solo quanto le relazioni siano importanti per la crescita del bambino ma ci aiutano a capire meglio certi atteggiamenti dei nostri figli e a gestirli nel modo giusto.

E’ indubbio che tutto ciò  ci permette di arricchire ulteriormente il piacere di stare con il bambino. Capire il suo  comportamento e vedere che ha una logica e un senso ben preciso, ci porta ad avere ancora più rispetto per lui, delle sue esigenze, delle sue conquiste e  delle sue difficoltà.

La comunicazione con i bambini non è semplice ed è ancora più difficile con i bambini piccoli. Come instaurare una comunicazione creativa con loro? Come capire i loro bisogni e rispondere nel modo migliore alle loro esigenze? L’amore è sicuramente alla base di tutto, il bambino ha bisogno di sentirsi protetto e accudito ma al contempo cerca la propria autonomia e ha bisogno di fare le proprie scoperte.

Lo step importante che dobbiamo fare noi genitori è quello di metterci dal punto di vista del bambino. E questo libro  attraverso le spiegazioni dell’autrice e le sequenze di immagini, ci permette di farlo, di capire meglio i suoi atteggiamenti, i suo bisogni, gli eventuali disagi e probabilmente anche dove sbagliamo nel nostro approccio  e nella nostra comunicazione con loro.

libro 1

I genitori hanno un ruolo fondamentale nello sviluppo del benessere fisico ed emotivo del bambino attraverso cure sensibili, giocose e affettuose. Nel libro troviamo tanti esempi per farlo che sono frutto di ricerche scientifiche condotti anche dalla stessa autrice.

I capitoli sono suddivisi per tappe di età: dal periodo neonatale, e primo mese di vita al compimento dei due anni.

Nel mezzo c’è una metamorfosi incredibile che vede protagonista il nostro bambino. Non solo dal punto di vista della crescita fisica che è quella che agli occhi può risultare più evidente. Il libro ci fa capire che   un bambino in questo frangente della sua vita apprende e sviluppa un serie di capacità cognitive e relazionali di fondamentale importanza.

Impara ad avere cognizione di sé e degli altri, sviluppa forme di attaccamento, con l’aiuto dei genitori impara l’autocontrollo e l’autoregolazione. Scopre il mondo circostante e interagisce con le cose e con le persone.

In tutto questo il genitore e gli educatori hanno un ruolo insostituibile.

Perché ad esempio un bambino continua a buttare del cibo per terra oppure si comporta in un certo modo davanti allo specchio, o piange  quando lo portiamo le prime volte al nido? E gli operatori e noi genitori che atteggiamento dobbiamo tenere con il piccolo? Come deve comportarsi una insegnante per favorire l’apprendimento nei primi anni di vita del bambino?

Questi sono solo alcuni dei numerosissime esempi che trovate nel libro e che vi spiegano passo dopo passo i traguardi di crescita del vostro bambino, del perché si comporta in un certo modo e non in un altro.

Insomma potrei definire questo libro una  sorta di manuale di istruzioni per imparare a relazionarci nel modo migliore con i bambini aiutandolo così nel loro sviluppo cognitivo e di relazione .

Un libro che consiglio a tutte le mamme dalla gravidanza in poi.

“Le prime relazioni del bambino” è edito da Raffaelo Cortina Editore
le prime relazioni del bambino

Resta aggiornata sulla tua gravidanza!
Ogni settimana ti racconto che cosa succede a te e al tuo bambino. Attiva ora le settimane di gravidanza via email!
  
Proseguendo, confermo di accettare i termini di utilizzo e il trattamento dei miei dati di Periodo Fertile. Accetto il trattamento dati di Envie de Fraise.

Lascia un commento

:bye: 
:good: 
:negative: 
:scratch: 
:wacko: 
:yahoo: 
B-) 
:heart: 
:rose: 
:-) 
:whistle: 
:yes: 
:cry: 
:mail: 
:-( 
:unsure: 
;-) 
 

 Avvisami per ogni commento a questo articolo

 Avvisami delle risposte a questo commento

Se vuoi, aggiungi una foto al tuo commento, verrà elaborata in qualche minuto.

2 Commenti