FattoreMamma Network
Gravidanza

Il fattore RH in gravidanza

All’inizio della gravidanza tutte noi future mamme siamo sottoposte ad alcuni esami.

Uno di questi serve per determinare il Fattore Rh del sangue. Il fattore può esserci (Rh positivo) o non esserci (Rh negativo) e mediamente 86 persone su 100 sono Rh positive.

E’ molto importante determinare il fattore Rh quando il sangue della futura mamma è Rh negativo,e quello del futuro papà è Rh positivo. In questo caso raramente ci sono problemi con il primo figlio ma durante il parto il sangue materno e fetale vengono in contatto causando nella madre la produzione di anticorpi che potrebbero essere pericolosi nella eventuale seconda gravidanza.

I problemi sorgono  infatti  se il bambino eredita il fattore Rh positivo dal padre. In questo caso  potrebbe insorgere nel feto una grave forma di anemia  che se non curata in tempo potrebbe causare  la morte del bambino prima o dopo il parto.

Questo accade perchè i globuli rossi Rh negativi del bambino passano nella circolazione sanguigna della mamma. Questo passaggio potrebbe avvenire per un’emorragia accidentale verso a fine della gravidanza o durante il parto o in caso di aborto spontaneo. In questi casi il corpo della mamma reagisce a questo fattore Rh producendo anticorpi contro di esso.

Quando questi anticorpi ritornano  nella circolazione sanguigna del feto causano la distruzione di molti globuli rossi fetali e conseguente grave anemia.

Durante la gravidanza in genere il passaggio di sangue dal feto alla madre non è così rilevante da indurre la produzione di anticorpi. Però durante il parto un po’  di sangue fetale passa nella circolazione materna causando la produzione di anticorpi . Il rischio grave è alla eventuale successiva gravidanza  dove, se il bambino è Rh positivo, gli anticorpi attaccheranno il sangue fetale causando gravi problemi e anche la morte del feto stesso.

Per prevenire tutto ciò in genere si somministra alla mamma Rh negativa   immunoglobuline anti-D , alla 28° e alla 34° settimana di gravidanza, e un’altra dose immediatamente dopo la nascita del bambino Rh positivo  . Questa somministrazione evita nella mamma la formazione di anticorpi contro i globuli rossi Rh positivi. Questa iniezione va fatta anche in caso  di aborto perchè anche in questo caso c’è il rischio di mescolanza di sangue.

Se invece una donna Rh negativo  ha già sviluppato gli anticorpi queste iniezioni di immunoglobuline sono inutili. In questo  caso la gravidanza può essere considerata a rischio e quindi sarà necessario valutare attraverso l’amniocentesi il grado di anemia fetale.

In ogni caso una donan con Rh negativo con partner Rh positivo, viene monitorata durante tutta la gravidanza per valutare la presenza di anticorpi contro il fattore rh positivo.

Se si formano anticorpi viene esaminato anche il sangue del bambino . Se necessario verranno fatte delle trasfusioni  al feto ed eventualmente si ricorrerà aun parto pre-termine sempre se il bambino è abbastanza maturo per affrontarlo e sopravvivere. In alcuni casi viene fatta anche una trasfusione completa al bambino per eliminare tutti gli anticorpi presenti in circolo.

Comunque con la profilassi delle immunoglonuline questo problema si presenta raramente.

Entra nella grande community di Periodo Fertile

Tanti servizi dedicati e personalizzati per te!

Registrazione veloce con Facebook Registrazione personalizzata
Non viene mai pubblicato nulla sulla tua bacheca Facebook!

Lascia un commento

:bye: 
:good: 
:negative: 
:scratch: 
:wacko: 
:yahoo: 
B-) 
:heart: 
:rose: 
:-) 
:whistle: 
:yes: 
:cry: 
:mail: 
:-( 
:unsure: 
;-) 
 

 Avvisami per ogni commento a questo articolo

 Avvisami delle risposte a questo commento

Se vuoi, aggiungi una foto al tuo commento, verrà elaborata in qualche minuto.

14 Commenti

  • Mia nuora deve subire un raschiamento per embrione assente di attività cardiaca lei è rh- può avere influito questo fattore negativo?

    • Salve
      mi spiace molto
      se questa era la prima gravidanza probabilmente faranno un profilassi. se invece fosse la seconda meglio fare qualche accertamento ( test di coombs) per capire se c’e stata isoimmunizzazione

  • Salve, sono all 3 aborto spontaneo. Il 1 l’ho perso in gravidanza a quasi 2 mesi .Il 2 l’ho perso a quasi 4 mesi e mezzo a causa di un polipo , che mi e stato tolto in gravidanza da quell momento ho perso la gravidanza. Il 3 l’esame dell sangue mi diceva che ero alla 13 settimana ho fatto la 1 ecografia e mi hanno deto che coresponde a 6 settimane e non sentiva il batito dell bambino , guardando meglio mi dice che la camera era vuota ,(non c’è l’embrione e che è stato succhiato da ci non lo so .? Quindi mi hanno fatto la carta per raschiamento .Sono andata 2 volte nello stesso giorno in pronto soccorso mi hanno fatto l’ecografia vaginale e da quell momento ho avuto dolori alla pancia e perdite che sono arrivata a perdere la gravidanza .Ho il gruppo A0 rh negativ .Qualcuna mi può aiutare con dei consigli per poter portare fino alla fine una gravidanza ?Vi ringrazio anticipatamente.

    • Ciao Adriana, mi spiace molto per tutto quello che hai passato… ti sei fatta fare i controlli per la poliabortività? è molto importante farli nel tuo caso per capire se c’è una causa specifica che ti ha fatto perdere i bambini…
      un abbraccio

  • Dopo un’interuzione di gravidanza sono sicura che non mi è stata fatta l’iniezione di Imuniglobuline (ho Arh-…aborto fatto in Romania )
    Si può sapere con i test di laboratorio se il mio sangue si è sensibilizzato antiD prima di rimanere incinta? Oppure questi anticorpi si sviluppano soltanto in gravidanza
    Ho paura di rimanere incinta per non portare al mondo un bimbo malato grazie alla mia ignoranza e alla mancanza di professionalità
    Grazie vi prego datemi una risposta !

  • Sono 0 rhhh negativo
    Mio marito positivo
    Ho una bimba con eh positivo
    Nell’ultimo anno ho avuto un uovo chiaro e due aborti spontanei durante primissime settimane
    A me hanno solo fatto la profilassi alla fine
    Quanto può aver inciso il mio fattore rhhh negativo per o due aborti, considerato che da esami di routine non ho nessun problema?

  • Riguardate il testo…nella prima frase dopo l’ immagine del feto nel grembo materno c’ è un errore di concetto. Nel restante testo ci sono dei piccoli errori grammaticali. Saluti. Paolo