FattoreMamma Network

I giorni fertili: come individuarli?

Periodo Fertile

Il modo più efficace e naturale per concepire un bambino senza farsi prendere da ansie e stress, è imparare a conoscere i segnali che invia il nostro corpo.La mentalità odierna del volere tutto e subito, ha fatto diffondere l’ansia da prestazione anche quando si decide di allargare la famiglia.

Per azzerare i tempi  e già in preda al panico, si ricorre anche al secondo mese  di tentativi, ai famosi stick per l’ovulazione che, oltre a rappresentare una spesa non indifferente, sono sostituibili da metodi che non costano nulla se non un po’ di attenzione, e che sono altrettanto efficaci.

Questi metodi sono tutti volti a conoscere e interpretare i segnali che invia il nostro corpo e che permettono di individuare con buona precisione i giorni più fertili.

Spesso mi viene chiesto che cosa si intende per giorni fertili o periodo fertile e se si possa concepire un bambino al di fuori del periodo fertile.

I giorni fertili / periodo fertile sono i giorni in cui è più probabile avvenga l’ovulazione. Però è importate conoscere tutto il meccanismo che sta alla base del corretto funzionamento del proprio apparato riproduttivo,  e questo non solo ai fini della ricerca di un bebè.

Il ciclo mestruale:

Il ciclo mestruale è un insieme di modifiche fisiologiche che avvengono a carico dell’apparato riproduttivo femminile ed è compreso tra il primo giorno di flusso e il giorno che precede il flusso del mese successivo. Questa durata può variare da donna a donna ma  normalmente va  dai 25 ai 35 giorni. Questo è quello che si intende per durata del ciclo mestruale  e che spesso viene confusa con la durata del flusso del ciclo (anche in questo caso varia da donna a donna e mediemente si  attesta sui 3-5 giorni).

In un ciclo mestruale ipotetico di 28 giorni si individuano  due fasi: quella di 14 giorni ( fase follicolare) che precede l’ovulazione e quella successiva che va dall’ovulazione  al giorno 28  (fase luteinica).

Mano a mano che si avvicina l’ovulazione  nella fase follicolare, dovreste sperimentare un aumento del desiderio sessuale che dovrebbe raggiungere il picco a metà del ciclo quando i  livelli di estrogeni sono al massimo. La fase luteinica invece è associata all’aumento dei livelli di progesterone e alla caduta di quelli degli estrogeni. In questa fase molte donne sperimentano i sintomi della sindrome premestruale.

Per iniziare a comprendere bene il proprio corpo sarebbe molto utile iniziare a tenere un diario dove per almeno tre mesi (tre cicli) annotare tutte le sensazioni  e i cambiamenti del proprio corpo per iniziare a capirne il funzionamente e quindi anche per mettere in evidenza eventuali squilibri da riferire al proprio medico.

Questo non significa che in questi tre mesi non possiate cercare una gravidanza , anche perchè chiedere a una coppia cha deciso di avere un bambino di interrompere la ricerca per questo intervallo di tempo, non sarebbe di sicuro una bella notizia.

Tenere il diario vi aiuterà sicuramente a individuare i giorni fertili.

Come capire quali sono i giorni fertili?

E’ importante per ogni donna riuscire a interpretare i segnali del proprio copro. Non è sempre un compito facile perchè ogni donna è diversa e non tutti i segnali sono riconoscibili. E’ importante quindi che ogni donna riesca a capire quali sono i segnali più evidenti o più congeniali , e valutarli anche in combinazione con altri.

  • Il muco cervicale: tra un flusso mestruale e l’altro, in genere una donna sperimenta delle variazioni evidenti nelle secrezioni vaginali che sono una fonte attendibile di informazioni riguardanti lo stato di fertilità. Il muco è secreto dalla membrana che ricopre la cervice ed è soggetto a variazioni di  densità, colore, e quantità  e tali cambiamenti sono determinati dalle fluttuazioni dei livelli di estrogeni. Chiaramente per sperimentare  con precisione questa variazione sarebbe utile astenersi per un mese dai rapporti completi perchè la presenza di liquido seminale in vagina impedisce di valutare il muco cervicale. Quando finisce il flusso mestruale di solito si sperimentano alcuni giorni “secchi”. Sono giorni non fertili in quanto l’acidità del pH vaginale è ostile agli spermatozoi. Con il passare dei giorni e con l’aumento degli estrogeni in circolo, si possono iniziare a vedere delle secrezioni color bianco o crema che con il passare dei giorni , se provate a verificare la densità tra pollice e indice, diventa via via più fluido. Più aumentano gli estrogeni e ci si avvicina all’ovulazione, più il muco diventa fluido, opaco ed elastico.
    150px-Cervical_mucus1In prossimità dell’ovulazione dovreste avvertire una sensazione di bagnato, la vagina più umida e scivolosa e muco acquoso e trasparente, simile alla chiara d’uovo. Tra pollice e indice fa un filo di qualche centimetro.
    Questo è il muco fertile in cui gli spermatozoi possono sopravvivere fino a circa 72 ore dal rapporto (per alcuni anche 5 giorni). NB: non preoccupatevi se dopo il rapporto esce dello sperma dalla vagina, se il muco è fertile gli spermatozoi vitali risaliranno velocemente la cervice. Le caratteristiche del muco fertile sono massime proprio nell’immediato dell’ovulazione, subito dopo invece o scompare o torna ad essere molto viscoso e denso . Con l’aumentare del progesterone il muco denso forma una sorta di tappo che chiude l’ingresso della cervice.
  • La temperatura basale: questo metodo è utile soprattutto se associato ad altri  segnali della fertilità (metodo sintotermico). Il metodo della TB si basa sul fatto che il progesterone  causa un rialzo della temperatura corporea di 0,2°C subito dopo l’ovulazione. Questo rialzo dura fino a quando  il livello di progesterone cala con l’arrivo delle mestruazioni. Questa è una variazione leggera e pertanto suscettibile di errori di valutazione in quanto la temperatura corporea varia anche per altri motivi come infezioni virali, stress, farmaci… Però la misurazione costante della temperatura potrebbe anche mettere in evidenza alcuni squilibri. Ad esempio un temperatura corporea sempre inferiore ai 36°C nella fase follicolare potrebbe essere indicatore di un metabolismo lento (magari ipotiroidismo). Una temperatura alta invece prima dell’ovulazione potrebbe significare ipertiroidismo. Una temperatura che invece rimane costante potrebbe significare che l’ovulazione non avviene e in tutti questi casi è bene parlarne al proprio medico.
  • Gli stick per l’ovulazione: funzionano individuando il picco dell’ormone LH (luteinizzante) che avviene immediatamente prima del rilascio dell’ormone da parte del follicolo. Alcune donne però ovulano il giorno stesso del picco, altre qualche ora dopo , generalmente entro le 48 dalla rilevazione del picco.
  • I cambiamenti alla cervice: gli ormoni provocano una modifica alla cervice.Per valutare i cambiamenti bisognerebbe procedere alla palpazione quotidiana alla stessa ora della cervice. La cosa migliore è farvi spiegare il tutto dal ginecologo o dall’ostetrica. In ogni caso nel momento di massima fertilità la cervice è alta, molle e aperta altrimenti è bassa, dura e chiusa

Ci sono eventualmente altri metodi per individuare l’ovulazioni e li trovate a questo link.

Tutti questi segnali che manda il corpo andrebbero annotati sul diario di cui vi parlavo sopra e in questo modo vedrete che l’ovulazione non sarà più un mistero.

In becco alla cicogna!

La newsletter di Periodo Fertile

Ogni giovedì, puntualmente, tante novità. Iscriviti alla newsletter ora!

Iscrizione rapida con Facebook o

Ti potrebbe interessare

Questo è un quesito  che mi rivolgono spesso in privato molte donne che leggono Periodo Fertile. Per...
In situazioni di fertilità normale, riuscire a concepire  un bambino è abbastanza semplice se e solo...
Il metodo di Ogino-Knaus per identificare il periodo fertile di una donna è nato come sistema anticoncezionale,...
Dopo il calcolatore del periodo fertile ecco un altro strumento simile. Si tratta di un nuovo tipo...
Una volta individuato il periodo fertile, i rapporti dovrebbero essere non troppi, bensì mirati. Vediamo...


Non potendo rispondere a tutti i commenti che vengono pubblicati sul sito se avete domande urgenti da inviare direttamente a Elena di PeriodoFertile.it scrivete a elena@periodofertile.it. Grazie.

216 Commenti

  • Roberto
    agosto 31, 2015

    sono un uomo alla ricerca di un bimbo con la mia compagna So che qua scrivono solo donne ma anche a noi maschietti piace parecchio informarsi. La mia ragazza ha avuto le mestruazioni lo scorso 14 agosto (1 giorno di ciclo) e abbiamo iniziato ad avere rapporti non protetti nel corso della settimana dal 22 ad oggi (rapporti molto frequenti con interruzione di soli 2 giorni). Nel corso di uno di questi rapporti ho ravvisato, al termine, la presenza di un muco che sul momento ho pensato essere liquido seminale a me appartenente (cosa che però mi è sembrata molto strana). Era lo scorso venerdì, probabile che fosse in piena ovulazione? Non mi era mai capitato e ho passato i 30 anni Che ne pensate? Grazie!

    • Elena, Mamma (Admin Periodo Fertile )
      agosto 31, 2015

      ciao Roberto, viste le tempistiche se mediamente ha cicli di 28. 30 giorni può essere che fosse nei giorni fertili.avendo rapporti tutti i giorni è molto difficile distinguere il muco da liquido seminale e perdite da eccitazione però sicuramente nei giorni fertili da donna è molto più lubrificata proprio per la presenza di questo muco che permette la sopravvivenza e il movimento degli spermatozoi verso la meta

      • Roberto
        agosto 31, 2015

        Grazie mille Elena, è una cosa che sinceramente mi ha fatto temere di “aver sbagliato qualcosa” (so che il mio ruolo è abbastanza semplice però voglio prestare la massima attenzione). Come ciclo lei solitamente si attesta intorno ai 25 giorni (scorso mese di Agosto addirittura 22 giorni, forse per il caldo eccessivo) e per quello abbiamo iniziato a provare dal 22 per tutta la scorsa settimana, tentando di massimizzare la possibilità. Scorso mese siamo rimasti “fregati” perché abbiamo iniziato a provarci troppo tardi (nei giorni del 9-10-11 agosto, troppo ravvicinato al ciclo, anche se i sintomi premestruali ci hanno illuso). Se posso fare una domanda ulteriore: il fatto che prenda acido folico da 2 mesi e qualcosa può agevolare il concepimento? Ci sono particolari accorgimenti che posso seguire nel rapporto?

        • Elena, Mamma (Admin Periodo Fertile )
          settembre 1, 2015

          l’acido folico è molto importante assumerlo per ridurre la probabilità di malformazioni fetali come la spin bifida.
          potreste anche aiutarvi con gli stick ovulazione per capire quando effettivamente avviene l’ovulaizone ( l’ importante prima dei giornoi fertili è evitare di avere stinnze più lunghe di 5 giorni) .
          Inoltre quando si hanno cicli corti è importante valutare la lunghezza della fase luteale ( che va dall’ovulazione al giorno precedente le mestruazioni successive) per verificare che non sia troppo corta. Fasi luteali inferiori agli 11 giorni possono indicare scarsità di progesterone cosa che può impedire l’instaurarsi di una gravidanza

          • Roberto
            settembre 1, 2015

            Grazie Elena. Per quanto ci riguarda siamo reduci da una prima gravidanza non andata a buon fine, e considera che avevamo provato soltanto 2 volte avendo fortuna forse di aver beccato i giorni giusti. In questo mese avendo avuto rapporti a giorni alterni speriamo di aver avuto fortuna di “beccare” il momento giusto. Lo stick ovulazione è una cosa che paradossalmente non vorremmo ancora utilizzare per una questione psicologica di non metterci troppe pressioni (che già purtroppo ci sono). Vediamo come va, per il momento nessuna avvisaglia né in un senso né in un altro, tocca attendere e sperare.

  • assunta
    agosto 23, 2015

    Buonasera vorrei un informazione ho un Anzia da pazzi ho 20 anni e sono mamma di una bimba di quasi 5 anni.vorrei un altro bimbo stiamo provando da 3 mesi il ciclo e regolare solo a volte con un giorno di ritardo. Questo mese ho il ritardo di 6 giorni doveva venire il 18 ma oggi ancora nnt ho fatto il test ma mi e uscito negativo ma ho dolori ai capezzoli e ogni tanto mi fa male sotto la pancia e ho perdite bianchissime e appiccicose secondo voi che sara datemi un consiglio vi prego

    • Elena, Mamma (Admin Periodo Fertile )
      agosto 24, 2015

      Ciao Assunta è normale impiegare 4-6 mesi di tentativi per ricercare una gravidanza. fai un dosaggio delle beta hcg nel sangue e se negative fai un controllo dal ginecologo se è più di un anno che non lo fai

  • vikymamma
    agosto 21, 2015

    Salve..volevo esporre un mio dubbio. Ho un ciclo di 24;26 giorni e mediamente dura tre giorni. Questo mese e arrivato il 10 e il 16 ho avuto un rapporto
    Prima di avere il rapporto ho notato del muco filamentoso proprio simile a quello dell ovulazione pero c era ancora qualche traccia di sangue nel muco…puo essere davvero che abbia ovulato? E potrei essere rimasta incinta? Grazie

    • vikymamma
      agosto 21, 2015

      Ah dimenticavo…l altri giorno ho avuto uba perdita marroncina gialla e ora andando in bagno ne ho vista una marrone rosata…simile a inizio ciclo…cosq puo essere? Se fossero perdite da impianto non sarebbe presto?

      • Elena, Mamma (Admin Periodo Fertile )
        agosto 21, 2015

        si ce’è il rischio se hai ovulato entro 3-5 giorni dal rapporto / delle volte può capitare di ovulare prima) . le perdite da impianto si possono manifestare 5-10 giorni dopo il concepimento

  • Denise
    agosto 16, 2015

    Ciao ragazze.. ho avuto vari rapporti completi oggi è nell’ultimo il mio ragazzo è venuto dentro.. mi chiedo, nonostante sia venuto le 3 volte prima in quest’ultima che erano rimaste le gocce diciamo, è probabile rimanerci

    • Elena, Mamma (Admin Periodo Fertile )
      agosto 17, 2015

      si … basta un solo spermatozoo e in poche gocce ce ne sono milioni…

  • Federica
    agosto 5, 2015

    salve dottoressa avrei bisogno di un consiglio son 5 mesi che sto provando ha cercare una gravidanza.oggi mi è arrivato il ciclo son sempre stata regolare ma questo mese no.l ultimo ciclo mestruale l ho avuto il 20 giugno è come ripeto oggi mi è arrivato il ciclo. Sa dirmi quando può essere il mio periodo fertile? Grazie

    • Elena, Mamma (Admin Periodo Fertile )
      agosto 6, 2015

      se hai un ciclo regolare ( cioè se passano più o meno gli stessi giorni tra una mestruazione e l’altra) puoi usare il calcolatore dei giorni fertili come primo punto di riferimento ma poi bisogna verificare osservando i sintomi del proprio corpo quando effettivamente si ovula (vedi anche che cos’è l’ovulazione http://www.periodofertile.it/ovulazione-e-concepimento/che-cose-lovulazione).

      Io consiglio sempre di imparare a valutare il muco cervicale ( non sugli slip ma a livello vulvare senza alcuna esplorazione interna. Eventualmente puoi controllare il muco sulla carta igienica prima della minzione).
      L’ovulazione è preceduta da alcuni giorni fertili caratterizzati dalla presenza di muco cervicale (http://www.periodofertile.it/ciclo-mestruale/muco-cervicale-imparare-a-riconoscerlo-per-individuare-i-giorni-fertili-del-ciclo )
      che diventa via via sempre più filate ed elastico con l’avvicinarsi dell’ovulazione.Dovresti notare un ‘evoluzione dei sintomi fino a un picco di sintomi (che coincide anche con il picco dell’ormone LH che si individua con gli stick ovulazione (http://www.periodofertile.it/fertilita/test-di-ovulazione-quando-iniziare-a-farli ).

      Il giorno dopo questo picco i sintomi cambiano radicalmente scomparendo del tutto oppure presentandosi con una sensazione di asciutto e di muco denso.
      L’ovulazione potrebbe avvenire il giorno del picco o il giorno del picco , o al massimo il giorno dopo ancora.

      se non noti il muco puoi affidarti solo alla sensazione che è di bagnato in prossimità dell’ovulazione e che diventa di lubrificato nel giorno del picco. E’ una sensazione simile a quella che si ha durante le mestruazioni.

      Nei giorni fertili è consigliato avere rapporti a giorni alterni.

      Se vuoi ti puoi aiutare registrando tutti i dati ed eventualmente la temperatura basale su un grafico (http://www.periodofertile.it/temperatura-basale-come-monitorare-e-creare-i-grafici).
      Se rilevi la temperatura basale ogni mattina stessa ora, appena sveglia, prima di alzarti e di compiere qualsiasi attività. noterai un rialzo termico il giorno dopo l’ovulaizone. Tre giorni di rialzo consecutivo sono conferma di ovulazione avvenuta.

      In becco alla cicogna
      elena

  • Lily
    luglio 13, 2015

    Salve Dottoressa vorrei se è possibile un chiarimento per quanto riguarda un dubbio che ho da qualche giorno….ho di solito un ciclo molto regolare, il 19 ho avuto l’ultimo ciclo terminato il 24, il 1 luglio ho avuto un rapporto completo mentre il 7 ho avuto perdite marroncine che poi sono andate via nel giro di qualche ora e il 9 le perdite erano un po piu rosa ma solo facendo determinati sforzi ma dopo più nulla…..l’8 luglio ho fatto un test di gravidanza ma ho paura di averlo fatto troppo presto dato che presa dall’ansia l’ho fatto anche di sera….le aspetto per il 17 ho ad intervalli di tempo dei piccoli dolori come da ciclo che peró gia mi durano da qlk giorno seno gonfio aureola più grande con dei piccoli rilievi ….è possibile che sia incinta? Lei cosa mi consiglia di fare ….grazie mille e buona giornata

  • mary
    luglio 13, 2015

    Salve volevo un informazione! Ho avuto un rapporto pochi giorni fa nei giorni fertili e dopo di allora il muco cervicale si è praticamente interrotto subito.. cosa strana visto che conoscendo il mio corpo sarebbe dovuto continuare ancora per qualche giorno! Non può essere un segnale di gravidanza iniziata?

    • Elena, Mamma (Admin Periodo Fertile )
      luglio 13, 2015

      può essere che tu abbia ovulato il giorno del rapporto.. in ogni caso i segni di una eventuale gravidanza iniziano a comparire più o meno dopo 2 settimane dal concepimento

      • mary
        luglio 13, 2015

        Grazie mille starò a vedere allora

  • noemi
    luglio 7, 2015

    Buon giorno dottoressa vorrei fare una domanda ,io un anno fa preciso o dato alla luce una bambina ma il ciclo da allora lo avuto sempre con ritardo anche di un mese ma siccome o avuto un rapporto non protetto nonostante facendo il calcolo e nn erano giorni fertili rischio lo stesso un altra gravidanza????

    • Elena, Mamma (Admin Periodo Fertile )
      luglio 8, 2015

      ciao noemi, se non sei regolare i calcoli non possono essere affidabili. se sono passati più di 15-20 giorni dal rapporto a rischio meglio fare un test

      • noemi
        luglio 9, 2015

        Si grazie dottoressa faro il test cosi sono piu sicura

  • anthea81, Pancina (Milano)
    In attesa di ...
    Sono a 13 settimane. Data del parto 13/03/2016.
    giugno 23, 2015

    Prendo dufaston per iperplasia dell’endometrio. Mi ha accorciato il ciclo a 25-26 gg, sono tre mesi che lo prendo e mi sembra di notare il muco cervicale al 10 giorno, prima era al 14. E’ possibile che il progestinico anticipi l’ovulazione? Boh, nn ci sto capendo più niente. Con la prima grsavidanza nn ho avuto problemi, conoscendo bene il mio ciclo in due mesi senza stress siamo riusciti ma ora la vedo più dura. Un abbraccio e grazie Elena per questo sito splendido!!! Spero di essere una nuova pancina

    • Elena, Mamma (Admin Periodo Fertile )
      giugno 24, 2015

      ciao, prova a usare gli stick ovulazione o la temperatura basale insieme all’osservazione del muco per verificare meglio quando avviene l’ovulazione. In becco alla cicogna!!!

1 3 4 5