FattoreMamma Network
0-12 mesi Bambini

I bambini quanto devono dormire?

Ogni venerdì che precede l’equinozio di primavera si festeggia la Giornata Mondiale del Sonno.

L’educazione al sonno è fondamentale sin da piccoli, la carenza di sonno infatti predispone ad alcune importanti patologie  che insorgono nell’adulto come l’obesità, l’insulino-resistenza,  il diabete mellito di tipo 2 e i disturbi cardiovascolari.

La Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale (SIPPS) ha effettuato un’indagine sulle abitudini nell’età compresa tra 1 e 14 anni. I risultati di questo progetto, chiamato “Ci piace sognare”, hanno evidenziano che solo il 68,4 per cento dei bambini dorme in modo adeguato.

Quanto dovrebbero dormire i bambini?

Le ore di sonno raccomandate variano in base all’età del bambino.

  • Fino a  12 mesi i bambini hanno bisogno di dormire 14-18 ore tra il giorno e la notte
  • Da 1 a 6 anni  età prescolare) : i bambini dovrebbero dormire 12-14 ore  nell’arco delle 24 ore giornaliere
  • I bambini della scuola primaria (dai 6 ai 10 anni) : dovrebbero dormire 10-12 ore al giorno

I bambini che dormono poco sono a rischio di obesità infantile.

Gli studi dimostrano che  per ogni ora di sonno in più il rischio di sovrappeso e obesità risulta ridotto in media del 9%. Per prevenire l’obesità e tutte le malattie che ne conseguono non sono solo importanti le ore di sonno ma anche la regolarità dello stesso.

I consigli per  un sonno corretto  secondo i pediatri SIPPS:

  1.  La camera da letto deve essere tranquilla, silenziosa e poco illuminata e la temperatura deve essere confortevole (intorno a 20° C);
  2.  Occorre aiutare il bambino ad associare il letto con il sonno evitando, se possibile, di farlo addormentare in braccio o in altri luoghi per poi metterlo nel lettino;
  3.  Cercare di instaurare un rituale per l’addormentamento, per esempio cantare una ninna nanna o leggere una favola;
  4. Evitare di far giocare i bambini con videogiochi, computer, tablet o di guardare la televisione poco prima di andare a letto.
  5.  Cenare almeno due ore prima di coricarsi perché la digestione non aiuta il sonno;
  6.  Cercare di mantenere sempre gli stessi orari di risveglio mattutino e di andata a letto la sera, evitando di cedere alla tentazione di spostarli per più di un’ora nel weekend;
  7.  Se il bambino si risveglia è bene andare nella sua cameretta, rassicurarlo in modo veloce e poi uscire o al limite farlo scendere dal letto e impegnarlo in blande attività per una decina di minuti, come leggergli un libro;

Fonte:

Comunicato Stampa  Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale (SIPPS)

Lascia un commento

:bye: 
:good: 
:negative: 
:scratch: 
:wacko: 
:yahoo: 
B-) 
:heart: 
:rose: 
:-) 
:whistle: 
:yes: 
:cry: 
:mail: 
:-( 
:unsure: 
;-) 
 

 Avvisami per ogni commento a questo articolo

 Avvisami delle risposte a questo commento

Se vuoi, aggiungi una foto al tuo commento, verrà elaborata in qualche minuto.