Test di ovulazione: come funziona e come si usa


Quando vi è difficoltà a prendersi incinta, oltre ai metodi classici (Ogino-Knauss, Billings, temperatura basale) può essere d’aiuto il test di ovulazione chimico, che determina il giorno dell’ovulazione e quindi il periodo fertile.

Quando il follicolo scoppia e viene rilasciato l’ovulo, questo resta nelle tube per un po’ di tempo mentre si muove verso l’utero ed è in quel momento, per circa 24 ore, che può essere fecondanto e dare inizio ad una gravidanza.

Gli spermatozoi, invece, una volta emessi vivono per 48/72 ore. Ecco perché sono considerati fertili i giorni nei quali la vita dell’ovulo e la vita degli spermatozoi possono incrociarsi per dare inizio ad una nuova vita.

I giorni più fertili (ovvero con maggiore probabilità di concepimento) sono quindi quello precedente l’ovulazione e quello dell’ovulazione.

I metodi tradizionali cercano di “indovinare” il giorno dell’ovulazione, quindi perdono quello precedente, altrettanto importante. E’ per questo che i calcolatori indicano di iniziare i rapporti prima del probabile giorno di ovulazione.

Esistono oggi dei test appositi, simili ai test di gravidanza nel loro utilizzo e che danno una indicazione dell’aumento dell’ormone LH. Questo ormone ha un picco molto elevato proprio il giorno prima dell’ovulazione, proprio il momento che ci interessa!

Questi test normalmente funzionano tenendoli per qualche secondo sotto il getto di pipì (vedere il foglietto per il tempo e per il momento migliore della giornata nel quale farlo) e poi attendere l’esito che si ottiene con la lettura di alcune barrette colorate dello stick.

Un esempio è lo stick Clearplan: similmente ad un test di gravidanza, c’è una linea di confronto che diventa sempre colorata e la linea che indica la presenza del picco dell’oromone LH. Se questa ultima non c’è, allora bisogna aspettare.

Il test va ripetuto normalmente per alcuni giorni, partendo prima dell’ipotetico giorno dell’ovulazione. Potete calcolare con il calcolatore del periodo fertile quelli che sono i giorni nei quali ci si attende l’ovulazione ed iniziare i controlli dal giorno prima di questo periodo.

Ti potrebbero interessare anche:

Il metodo di Ogino-Knaus per identificare il periodo fertile di una donna è nato come sistema anticoncezionale,...
Ecco qui un breve tutorial per capire come funziona il nostro corpo. Conoscere le fasi del ciclo mestruale...
In caso di ciclo regolare, se si conosce la durata della fase luteale, è possibile calcolare quando...
Per mio marito:  non sto facendo io la domanda tranquillo ;) Questo è invece un quesito  che...
"Salve, ho avuto rapporti frequenti e non protetti, anche nei giorni fertili, che probabilità ho di...




47 Commenti

  • SimiSimi
    agosto 19, 2014

    Salve,

    Vorrei chiedere un parere, questo mese ho iniziato ad usare gli stick per l’ovulazione canadesi.
    Ho un ciclo abbastanza regolare 26/27/28 giorni al massimo, ultimo mestruazione di questo mese 31luglio, ho iniziato ad usare gli stick il 10agosto(negativo) quindi ho continuato a “stikcare” anche nei giorni 11/12(muco egg)/13(muco egg)/14(muco egg) agosto e sono risultati tutti giorni positivi.
    Il 15 non ho usato stick perchè impossibilitata e il 16 agosto nuovo stick e di nuovo positivo
    17(muco bianco appiccicoso)/18/19 agosto continuo ad usare gli stick e risultano “finalmente” negativi

    La mia domanda è … quando potrei aver ovulato? Non sono strani tutti questi giorni di positivo? Mi sento un tantino confusa.

    Grazie anticipatamente per la risposta.

  • Mery
    agosto 7, 2014

    Ciao, nn riesco a rimanere incinta

    • Francesca
      agosto 12, 2014

      Ciao Mery da quanto ci provi?